RGE 94/2017

image_pdfimage_print

TRIBUNALE DI GENOVA
PROCEDURA ESECUTIVA RGE 94/2017

II AVVISO DI VENDITA TELEMATICA SINCRONA A PARTECIPAZIONE MISTA

Il Professionista Rag. Annarita Cagnazzo, commercialista con studio in Rapallo, Via L. Rizzo n36PT telf. 0185/50286 fax 0185/50826, AVVISA che il giorno lunedì 22 luglio 2019 alle ore 13:00 presso il Tribunale di Genova, III piano, aula n° 46, postazione B, si terrà la vendita con modalità telematica sincrona mista del seguente immobile:

LOTTO UNICO Piena proprietà di appartamento: Unità immobiliare sita nel Comune di Rapallo (GE) Via Mons. Boccoleri (già vicolo alla posta)  N 12/15  al piano sesto. L’appartamento sviluppa una superficie commerciale di mq 146 , oltre aree scoperte mq 126. Individuato al catasto fabbricati come segue: Foglio 36, particella 269, Sub. 17, Cat A/2, classe 5, vani 8, R.C. € 2375,70. Libero.

PREZZO BASE: EURO 225.000,00
OFFERTA MINIMA: EURO 168.750,00 – AUMENTO SULL’OFFERTA PIÙ ALTA NON POTRANNO ESSERE INFERIORI AD EURO 1.000,00.
PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA IN CARTACEA

Le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa e in bollo da 16 €, presso lo Studio del Delegato Rag. Annarita Cagnazzo, commercialista con studio in Rapallo, Via L. Rizzo n. 36 PT telf. 0185/50286 fax 0185/50826, entro le ore 12.00 del 19/07/2019. All’offerta dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità dell’offerente, nonché: un assegno circolare non trasferibile intestato a “Procedura Esecutiva imm.re R.G.E. 94/2017 “, per un importo pari al 10 per cento del prezzo offerto, a titolo di cauzione e un assegno circolare non trasferibile intestato a “Procedura Esecutiva imm.re R.G.E.94/2017“, per un importo pari al 15 per cento del prezzo offerto, a titolo di fondo spese presunte .

PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA IN FORMA TELEMATICA

Le offerte telematiche di acquisto devono pervenire dai presentatori dell’offerta entro le ore 12.00 del giorno precedente all’esperimento della vendita mediante l’invio all’indirizzo di PEC del Ministero offertapvp.dgsia@giustiziacert.it, utilizzando per la compilazione guidata dell’offerta telematica esclusivamente il modulo web denominato “Offerta telematica” predisposto dal Ministero della Giustizia, reperibile all’interno della scheda del lotto in vendita presente sul portale ministeriale http://pvp.giustizia.it. Ciascun concorrente, per essere ammesso alla vendita telematica, deve comprovare l’avvenuta costituzione di una cauzione provvisoria a garanzia dell’offerta. Il versamento della cauzione si effettua tramite bonifico bancario BANCA SAN PAOLO sul conto  le cui coordinate sono: IT57IT0306932110100000015815 intestato tribunale genova con la seguente causale: Procedura Esecutiva imm.re R.G.E. 94/2017 lotto unico versamento cauzione“, per un importo pari al 10 per cento del prezzo offerto, a titolo di cauzione e un bonifico intestato a “Procedura Esecutiva imm.re R.G.E. 94/2017 lotto unico versamento fondo spesa“, per un importo pari al 15 per cento del prezzo offerto, a titolo di fondo spese presunte. Onde consentire il corretto accredito della cauzione sul suddetto conto il bonifico deve essere effettuato in tempo utile per risultare accreditato sul conto corrente intestato alla procedura allo scadere del termine ultimo per la presentazione delle offerte.

Il presente avviso sarà reso pubblico nelle forme previste dall’art. 490 c.p.c. e secondo quanto stabilito nell’ordinanza di vendita, per cui lo stesso sarà pubblicato, almeno quarantacinque giorni prima della data di scadenza di presentazione delle offerte mediante inserzione sul “Portale delle vendite pubbliche del Ministero di Giustizia”, e, unitamente all’ordinanza e alla perizia di stima, su www.astegiudiziarie.itGenova Oggi notiziewww.tribunaliitaliani.it, ; www.cambiocasa.it; www.entietribunali.it www.genova.repubblica.it

Maggiori informazioni contattare delegato/custode Rag. Annarita Cagnazzo, commercialista con studio in Rapallo, Via L. Rizzo n36PT telf. 0185/50286 fax 0185/50826. 

SI SEGNALA CHE PER LA VENDITA DEL PRESENTE IMMOBILE IL TRIBUNALE NON SI AVVALE DI MEDIATORI E CHE NESSUN COMPENSO PER MEDIAZIONE DEVE ESSERE DATO AD AGENZIE IMMOBILIARI.