Streaming
Sei in: Home > Archivio > Responsabilità civile della magistratura: approvata la norma

Responsabilità civile della magistratura: approvata la norma

La Camera dei Deputati ha votato, con procedura segreta, questa mattina, la norma che prevede la responsabilità civile dei magistrati nell'esercizio delle loro funzioni, approvando la mozione ed un emendamento promosso dal rappresentante della Lega, Gianluca Pini, alla legge comunitaria. I voti a favore sono stati 264, i contrari 211, con una astensione.
Immediate le reazioni da parte delle forze politiche. Bersani commenta: “Un trucco ormai vecchio, con il PdL che prima annuncia l'intenzione di votare contro, e poi crede di sorprendere tutti votando a favore…”.
Il ministro della Giustizia, Paola Severino, dice che “il Parlamento in qualità di organismo sovrano ha espresso il proprio parere, tuttavia è auspicabile un miglioramento, in seconda lettura, perché ogni intervento improvviso in questo campo rischia di rendere polveroso il quadro d'insieme“.
Da parte dei magistrati, la Associazione Nazionale manifesta un atteggiamento aspramente critico, come riferisce il segretario ANM, Giuseppe Cascini: “E' un chiaro tentativo di intimidazione rivolto all'azione dei magistrati, oltre che una norma palesemente anticostituzionale. Un abominio giuridico che il Senato dovrebbe immediatamente cancellare, in quanto non ha alcuna similitudine con qualsiasi altro ordinamento giuridico al mondo. Insomma, credevamo che gli attacchi alla magistratura, a causa di processi a carico di esponenti politici, fosse ormai una cosa passata, e invece pare proprio di no. Una norma sulla responsabilità civile dei magistrati avrà come conseguenza l'indebolimento delle tutele del diritto. Non ho mai visto nulla di più contrario a ciò che solitamente si definisce buon senso“.