Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Catanzaro > Reggio Calabria, catturato Ciro Russo: l’uomo che ha dato fuoco alla ex moglie

Reggio Calabria, catturato Ciro Russo: l’uomo che ha dato fuoco alla ex moglie

Arrestato in una pizzeria di Reggio dopo 1 giorno e mezzo di caccia all’uomo

 

 

La caccia all’uomo di Reggio Calabria è finita: è stato catturato Ciro Russo, l’uomo che ha dato fuoco alla ex moglie in auto. La Squadra Mobile di Reggio Calabria, diretta dal primo dirigente Francesco Rattà, e gli investigatori del Servizio centrale operativo della Polizia di Stato hanno arrestato l’uomo ieri sera in una pizzeria del luogo, dopo un giorno e mezzo di incessanti ricerche. Il blitz è avvenuto velocemente in via Melacrino a Reggio. Gli agenti gli sono piombati addosso senza lasciargli la minima possibilità di reagire e l’uomo non ha proferito parola. Russo non era armato e stava mangiando una pizza in tranquillità, dato che all’interno del locale nessuno si era accorto di lui, nonostante fossero state diffuse parecchie foto segnaletiche su tutti i media.

Martedì Ciro Russo era evaso dai domiciliari in Campania, aveva percorso 400 chilometri fino a Reggio Calabria, dove si trovava la ex moglie. Ha rintracciato la donna, l’ha cosparsa di liquido infiammabile e le ha dato fuoco in auto per poi fuggire. La vittima ha riportato ustioni sul 70% del corpo e le condizioni rimangono delicate. Persino Russo è rimasto ustionato dopo il folle gesto, infatti dopo la cattura è stato medicato in Questura dagli operatori del 118.

“Eventuali appoggi di cui abbia goduto – ha affermato il capo della Squadra Mobile – costituiscono oggetto dello sviluppo delle nostre indagini. Se il fuggitivo sia stato protetto da qualcuno nella fuga lo individueremo nel prosieguo delle indagini. C’è ancora da appurare dove abbia passato la notte. Sono state sentite alcune persone ma nessuno ha fornito elementi che potessero portarci all’individuazione del fuggitivo”