Breaking News Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Referendum Atac, radicali:” Raggi ci boicotta”

Referendum Atac, radicali:” Raggi ci boicotta”

I Radicali, promotori del Sì per il referendum dell’11 novembre sulla liberalizzazione del trasporto pubblico,  hanno accusato la Raggi  di boicottarli.

Il sindaco di Roma Virginia Raggi sta boicottando il referendum dell’11 novembre sulla liberalizzazione dei trasporti pubblici, lo dice il parlamentare di + Europa Riccardo Magi.

“È scandaloso . Tra 10 giorni i romani sono chiamati a pronunciarsi sulla nostra proposta di liberalizzare il trasporto pubblico della capitale e da parte della sindaca non c’è stata nessuna azione proattiva per dare informazioni ai cittadini. È molto grave, equivale a privare del diritto di voto due milioni e mezzo di romani.

I 5Stelle sono riusciti a fare confusione anche in questo. Il 31 gennaio 2018, nello stesso giorno, hanno deciso la data del nostro referendum e hanno abolito il quorum del 33,3% sui referendum consultivi, dicendo però che per la nostra consultazione vale il vecchio statuto comunale, dunque è richiesto il quorum. C’è materia per un ricorso al Tar.

Sognavamo un bel confronto sulla piazza del Campidoglio, con la sindaca Raggi e l’assessora Meleo che si sono pronunciate per il no. Invece l’impressione è che la sindaca stia facendo di tutto perché l’affluenza sia bassissima.”

I Radicali, per provare a combattere contro questo ostruzionismo, hanno lanciato un appello ai direttori del Tg1, Tg2 e Tg3 affinché si parli del referendum in televisione.

Adesso bisognerà attendere la loro risposta.