Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Ragusano, aggressione in casa ad un 43enne ai domiciliari: ricoverato in gravi condizioni. Due fermati

Ragusano, aggressione in casa ad un 43enne ai domiciliari: ricoverato in gravi condizioni. Due fermati

Vittima picchiata e accoltellata davanti a moglie e figli

 

 

Un 43enne, già noto alle forze dell’ordine, che si trovava ai domiciliari è stato aggredito violentemente in casa nel ragusano, sotto gli occhi terrorizzati della moglie e dei figli piccoli. La polizia ha fermato due uomini per il tentato omicidio, i quali secondo l’accusa hanno fatto irruzione nell’abitazione e hanno colpito la vittima con pugni e calci, per poi picchiarlo con una bottiglia di vetro rotta. Il 43enne ora si trova ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Guzzardi di Vittoria. Ferito, ma in maniera meno grave, il fratello della vittima, che aveva tentato invano di difenderla. Alla violenza anno assistito moglie e figli piccoli dell’uomo e la donna, per proteggere i bambini, si è chiusa in una stanza. I vicini, accorgendosi del movimento e delle urla, hanno chiamato le forze dell’ordine che sono subito intervenute. I 2 killer sono fuggiti a bordo di un’auto ma uno di loro, rimasto a sua volta ferito nella colluttazione e perdendo molto sangue, non ha potuto fare molta strada, simulando quindi un incidente stradale per crearsi un alibi. La polizia ha dunque bloccato ed identificato i 2 aggressori. Uno dei due è stato portato subito in carcere, l’altro invece è ricoverato in ospedale e piantonato dalla Polizia per ferite riportate durante l’aggressione. Il fermo, eseguito dalla squadra mobile della Questura di Ragusa e dal commissariato di Vittoria, è stato emesso dalla Procura. Resta ancora non chiaro il movente. I due fermati sono Hedi Belgacem, di 31 anni, e Fabio Quattrocchi, di 39, entrambi di Vittoria.