Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Ragazzo ucciso in una rissa a Formia, fermato un minorenne

Ragazzo ucciso in una rissa a Formia, fermato un minorenne

 

E’ stato fermato dalla polizia un minorenne sospettato di aver accoltellato a morte un 17enne ieri sera durante una rissa a Formia, in provincia di Latina. Gli investigatori stanno sottoponendo a fermo di indiziato di delitto il ragazzo della provincia di Caserta.

La polizia è al lavoro per identificare gli altri partecipanti alla rissa. Sarebbero circa dieci i giovani coinvolti. La rissa è nata fra un gruppo di ragazzi del posto e un altro della provincia di Caserta. A un certo punto sarebbero spuntati i coltelli. Oltre alla vittima, un 17enne di Formia, è rimasto ferito un altro minorenne che è ricoverato in ospedale ma non in pericolo di vita. Fermato un minorenne. La sua posizione è all’attenzione dei magistrati della Procura minorile di Roma mentre la Procura di Cassino verificherà se nella rissa hanno partecipato anche maggiorenni.

E a Napoli un 13enne è stato pestato anche con un tirapugni da 7 coetanei all’uscita di scuola nel quartiere Pianura. I minorenni sono stati segnalati alla magistratura dai carabinieri. L’episodio – evidenziato anche da un consigliere di Municipalità, Pasquale Strazzullo – è avvenuto l’altro ieri vicino all’Istituto F. Russo. I 7 hanno aggredito con calci e pugni il 13enne. Una settimana fa gli stessi minori per futili motivi in seguito ad una partita di calcio, avevano aggredito il giovane e un suo amico, minacciandoli anche con un coltello.La vittima è in osservazione all’ospedale Santobono per contusioni multiple e trauma facciale.

Le indagini sono state coordinate dalla Procura dei Minori partenopea e condotte dalla Stazione carabinieri di Napoli Pianura. Nei confronti dei 7 minorenni – di età compresa tra i 13 e i 14 anni – i militari, d’intesa con la Procura, hanno effettuato ‘elezione di domicilio’ per i reati di lesioni personali aggravate in concorso e porto abusivo di armi bianche.