Streaming
Sei in: Home > Esecuzioni Immobiliari > Esecuzioni Genova > R.G.E. 93/2018

R.G.E. 93/2018

TRIBUNALE DI GENOVA
SEZIONE VII CIVILE UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI
AVVISO DI VENDITA
NELLA PROCEDURA ESECUTIVA IMMOBILIARE R.G.E. N. 93/2018

La professionista Dott.ssa Marta Mazzucchi con studio in Genova, P.tta Andorlini n. 1/3B, avvisa che il giorno 18/02/2019 alle ore 9:00 presso l’aula 46 del Tribunale di Genova , si terrà la vendita TELEMATICA SINCRONA MISTA del seguente bene immobile:

LOTTO UNICO: in Comune di Sant’Olcese (GE), Via Palmiro n. 9C, per la quota di 333,3/1000). Appartamento di 122 mq al piano secondo e ultimo piano senza ascensore
di un fabbricato di due piano oltre il piano terra con tre unità immobiliari; Appartamento composto da ingresso, bagno, camera matrimoniale, soggiorno e cucina (4,5 vani). Identificato al N.C.E.U. del predetto Comune: Foglio 5, particella 183, sub. 5, categoria A/3 (abitazione di tipo economico), classe 2, consistenza 4,5 vani, superficie catastale 122 mq, rendita € 269,59. Stato di possesso dei beni: Nell’immobile risiedono senza titolo, il figlio e la nuora dell’esecutato – non è ancora stato emesso ordine di liberazione. Certificazione Energetica: L’immobile ad uso abitativo è soggetto ad Attestato di Certificazione Energetica redatta ai sensi del Regolamento Regione Liguria 22 Gennaio 2009 num. 1/2009.

PREZZO BASE: EURO 22.600,00 (VENTIDUEMILASEICENTO/00).
SARANNO COMUNQUE RITENUTE VALIDE, AL FINE DI PARTECIPARE ALLA GARA, OFFERTE NON INFERIORI AD EURO 16.950,00 (SEDICIMILANOVENTOCINQUANTA/00 – COME DA CONDIZIONI SOTTO RIPORTATE) – MISURA MINIMA DEL RIALZO È PARI AD EURO 1.000,00
PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA IN FORMA CARTACEA

L’offerente dovrà depositare la propria offerta, presso lo Studio del Professionista Delegato Dott.ssa Marta Mazzucchi con studio in Genova, P.tta Andorlini n. 1/3B, entro le ore 12:00 del giorno 15/02/2019, previo appuntamento allo 010/2534108. L’offerta in marca da bollo da Euro 16,00, dovrà riportare un assegno circolare non trasferibile o vaglia postale, intestato al “Tribunale di Genova – RGE 93/2018“, di importo non inferiore al 10% del prezzo offerto, da imputarsi a titolo di deposito cauzionale, che sarà trattenuto in caso di rifiuto dell’acquisto; escluso ogni pagamento in forma telematica.

PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA IN FORMA TELEMATICA

Le offerte telematiche di acquisto devono pervenire dai presentatori dell’offerta entro le ore 12.00 del giorno feriale precedente all’esperimento della vendita mediante l’invio all’indirizzo di PEC del Ministero offertapvp.dgsia@giustiziacert.it utilizzando esclusivamente il modulo precompilato reperibile all’interno del portale ministeriale http://venditepubbliche.giustizia.it. Per partecipare alle aste telematiche, i soggetti interessati devono preventivamente ed obbligatoriamente accedere al portale http://venditepubbliche.giustizia.it e procedere come descritto nel “Manuale utente”. Ciascun concorrente, per essere ammesso alla vendita telematica, deve comprovare l’avvenuta costituzione di una cauzione provvisoria a garanzia dell’offerta. Il versamento della cauzione si effettua tramite bonifico bancario sul conto le cui coordinate sono: IBAN IT46E 03069 01400 100000075936 con la seguente causale: PROC. ES. IMM. RGE seguito dal numero e dall’anno della procedura esecutiva immobiliare con indicato un “nome di fantasia” onde consentire il corretto accredito della cauzione sul suddetto conto il bonifico deve essere effettuato in tempo utile per risultare accreditato sul conto corrente intestato alla procedura allo scadere del termine ultimo per la presentazione delle offerte.

Pubblicazione dell’ordinanza, dell’avviso di vendita unitamente alla perizia sui siti internet: https://portalevenditepubbliche.giustizia.it/pvp,  www.astegiudiziarie.it e www.ogginotizie.it/edizioni/genova-oggi-notizie/www.tribunaliitaliani.it,

Per maggiori informazioni che per concordare le visite all’immobile in vendita contattare il Custode giudiziario: So.Ve.Mo. S.r.l. (telefono: 010/5299253).

SI SEGNALA CHE PER LA VENDITA DEL PRESENTE IMMOBILE IL TRIBUNALE NON SI AVVALE DI MEDIATORI E CHE NESSUN COMPENSO PER MEDIAZIONE DEVE ESSERE DATO AD AGENZIE IMMOBILIARI.