Streaming
Sei in: Home / Esecuzioni Immobiliari / Esecuzioni Genova / R.G.E. 832/2017

R.G.E. 832/2017

TRIBUNALE DI GENOVA

ESECUZIONI IMMOBILIARI
R.G.E. 832/2017
II  AVVISO DI VENDITA

La sottoscritta Raffaella Lombardo, professionista delegata alla vendita, AVVISA che il giorno 06/02/2019 alle ore 14.00 presso il Tribunale di Genova, Piazza Portoria n. 1, Piano 3° Aula 46 avrà luogo la vendita telematica sincrona a partecipazione mista del seguente bene:

LOTTO UNICO: appartamento sito in Genova, Via San Martino Civ. 2A interno 1. L’immobile risulta censito al Catasto Fabbricati (ex N.C.E.U.) del Comune di Genova, Sez. GED, foglio 52, mappale 253, sub 26, zona censuaria 1, cat. A/2, classe 4, vani 5,5, superficie catastale mq. 94, rendita catastale Euro 1193,02. La superficie commerciale virtuale dell’abitazione è di mq. 93,00. Stato di possesso: appartamento occupato senza contratto locazione.

PREZZO BASE D’ASTA LOTTO UNO: EURO 105.000,00
PREZZO MINIMO EURO 78.750,00
RILANCIO IN CASO DI GARA: EURO 1.000,00
SI PRECISA CHE IN FASE DI RILANCIO IN AUMENTO IN CASO DI GARA NON È CONSENTITO L’INSERIMENTO DI IMPORTI CON DECIMALI.
PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA IN FORMA CARTACEA

Le offerte di acquisto dovranno essere presentate in busta chiusa previo appuntamento telefonico tel. 0108399377, presso lo studio del professionista delegato, Dott.sa Raffaella Lombardo, con studio in Genova, Piazza Corvetto 1/4, ENTRO LE ORE 12:00 DEL GIORNO 01/02/2019. Ciascun partecipante, per essere ammesso alla vendita, deve prestare cauzione a garanzia dell’offerta, di importo pari almeno al 10% del prezzo offerto, secondo la modalità in seguito indicata. Si precisa che, nei casi ammessi di versamento della cauzione tramite bonifico bancario, lo stesso dovrà essere effettuato entro lo stesso termine di presentazione dell’offerta (01/02/2019) sul conto corrente intestato a “Procedura esecutiva 832/2017” Iban: IT19W0326801400052106710290.

PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA IN FORMA TELEMATICA

L’offerta di acquisto deve essere presentata tramite il modulo web “Offerta Telematica” messo a disposizione dal Ministero della Giustizia, che permette la compilazione guidata dell’offerta telematica per partecipare ad un determinato esperimento di vendita, ed a cui è possibile accedere dalla scheda del lotto in vendita presente sul portale www.astetelematiche.it. Dal modulo web è scaricabile il “manuale utente per la presentazione dell’offerta telematica”. L’offerta d’acquisto telematica ed i relativi documenti allegati dovrà essere inviata all’indirizzo PEC del Ministero della Giustizia offertapvp.dgsia@giustiziacert.it e si intenderà depositata nel momento in cui viene generata la ricevuta completa di avvenuta consegna da parte del gestore di posta elettronica certificata del Ministero della Giustizia. L’offerente dovrà versare anticipatamente, a titolo di cauzione, una somma pari al dieci per cento (10%) del prezzo offerto, esclusivamente tramite bonifico bancario sul conto corrente bancario intestato a “Procedura Esecutiva Immobiliare n. 832/17” al seguente IBAN IT19W0326801400052106710290, e tale importo sarà trattenuto in caso di rifiuto dell’acquisto.
Il bonifico, con causale “Proc. Esecutiva n. 832/17 lotto unico, versamento cauzione”, dovrà essere effettuato in modo tale che l’accredito delle somme abbia luogo entro il giorno precedente l’udienza di vendita telematica.

Pubblicazione dell’ordinanza, dell’avviso di vendita unitamente alla perizia sui siti internet: https://portalevenditepubbliche.giustizia.it/pvp,  www.astegiudiziarie.it e  www.astegiudiziarie.it, www.genovaogginotizie.it, www.cambiocasa.it, www.immobiliare.it, www.entietribunali.it, www.genova.repubblica.it.

Maggiori informazioni possono essere reperite presso il Custode SO.VE.MO. Corso Europa 139 cap 16132 Genova (e mail: immobiliare@sovemo.com Tel.: 0105299253), ovvero presso lo studio del professionista delegato, Dott.ssa Raffaella Lombardo, Piazza Corvetto 1 interno 4, cap 16122 Genova (Tel. 0108399377).

SI SEGNALA CHE PER LA VENDITA DEL PRESENTE IMMOBILE IL TRIBUNALE NON SI AVVALE DI MEDIATORI E CHE NESSUN COMPENSO PER MEDIAZIONE DEVE ESSERE DATO AD AGENZIE IMMOBILIARI.