Breaking News Streaming
Sei in: Home > Esecuzioni Immobiliari > Esecuzioni Genova > R.G.E. 428/2016 – lotto uno –

R.G.E. 428/2016 – lotto uno –

TRIBUNALE DI GENOVA- PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE R.G.E. 428/2016 – 1° AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE Il delegato alla […]

TRIBUNALE DI GENOVA
ESECUZIONE N. 428/2016 REG. ES. IMM.
AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE
TELEMATICA SINCRONA A PARTECIPAZIONE MISTA
AI SENSI DEGLI ARTT. 490 570 E 591 BIS CPC

L’Avv. Andrea Rivellini, professionista delegato alla vendita nella procedura in epigrafe, con studio in Genova, Via Ceccardi 4/19 (tel. 0105705891 e mail a.rivellini@studiorivellini.it) avvisa che il giorno 25 ottobre 2019 alle ore 14,30nella Sala di Udienza del Tribunale di Genova (Palazzo di Giustizia, piano terzo, aula 46 vendite telematiche postazione B) si terrà la vendita telematica sincrona a partecipazione mista, nel rispetto dell’ordinanza di delega, della normativa regolamentare di cui all’art. 161 ter disp. att. c.p.c. nonché in base al decreto del Ministero della Giustizia 26 febbraio 2015 n. 32, del bene di seguito descritto.

Genova, Via Prà civico 59 e di seguito descritti

LOTTO 1 quota di proprietà dei tre esecutati per 1/3 ciascuno e più precisamente:
appartamento di tipo economico civile con cantina, contraddistinto dall’interno 6 e posto al piano terzo (quarto fuori terra) del fabbricato con accesso dal vano scala.
Unità immobiliare composta da un totale di sette vani più disimpegno, cucina e bagno. Un vano è dotato di poggiolo lato mare. L’appartamento è posto su tre lati del fabbricato con orientamento nord, est e sud. La cantina annessa all’abitazione è al piano interrato del fabbricato, con accesso da corridoio condominiale.
La superficie lorda commerciale dell’appartamento, comprensiva del poggiolo, è determinata da un totale arrotondato di mq. 180,00, la superficie lorda della cantina è di mq. 18. L’immobile sito in Via Prà civ. 59/6 risulta censito al C.E.U. del Comune di Genova con i seguenti identificativi: – SEZ PRA foglio 12, mappale 1130 sub 11 cat. A/3 classe 4 consistenza vani 8 rendita catastale euro 805,67
STATO DI OCCUPAZIONE: si legge nella relazione di stima (a cui si rinvia per maggiori dettagli sul punto) che l’appartamento di cui sopra è locato a terzi e che alla data del sopralluogo era abitato

PREZZO BASE: € 180.000,00 (CENTOOTTANTAMILA/00)
OFFERTA MINIMA € 135.000,00 (CENTOTRENTACINQUEMILA/00) OSSIA NON SARÀ RITENUTA VALIDA AL FINE DI PARTECIPARE ALLA GARA UNA OFFERTA INFERIORE ALL’IMPORTO C HE PRECEDE
RILANCIO MINIMO DI GARA: EURO 3.000,00
PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA IN FORMA CARTACEA

L’offerta di acquisto con apposta marca da bollo da euro 16,00 è irrevocabile e deve essere presentata entro le ore 12 del giorno lavorativo precedente la vendita presso lo studio del Delegato Avv. Andrea Rivellini in Via Ceccardi 4/19, previo appuntamento telefonico allo 0105705891. All’offerta dovranno essere allegato un assegno circolare non trasferibile intestato alla procedura esecutiva n. 428/2016, dell’importo del 10% del prezzo offerto, a titolo di cauzione.

PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA IN FORMA TELEMATICA

L’offerta di acquisto deve essere presentata entro le ore 12.00 del giorno antecedente non festivo alla vendita e deve essere presentata esclusivamente tramite il modulo web “offerta telematica” modulo precompilato reperibile all’interno del portale ministeriale http://venditepubbliche.giustizia.it REGISTRAZIONE AL PORTALE PER LA VENDITA TELEMATICA E PREDISPOSIZIONE ED INVIO DELL’OFFERTA messo a disposizione dal Ministero della Giustizia, che permette la compilazione guidata dell’offerta telematica per partecipare ad un determinato esperimento di vendita, e da cui è possibile accedere dalla scheda del lotto in vendita presente sul portale www.astetelematiche.it Dal modulo web è scaricabile il manuale utente per la presentazione dell’offerta telematica. L’offerta di acquisto telematica con i relativi documenti allegati dovrà essere inviata all’indirizzo pec del Ministero della Giustizia offertapvp.dgsia@giustiziacert.it e si intenderà depositata nel momento in cui viene generata la ricevuta completa di avvenuta consegna da parte del gestore di posta elettronica certificata del Ministero della Giustizia. L’offerente dovrà versare anticipatamente una somma pari almeno al 10% del prezzo offerto a titolo di cauzione esclusivamente tramite bonifico bancario sul conto corrente Ubi Banca S.p.A. intestato al Tribunale di Genova al seguente IBAN IT82G0311101401000000005212
Onde consentire il corretto accredito della cauzione sul suddetto conto, il bonifico con causale “Tribunale di Genova RGE n. 428/16 cauzione euro _______” dovrà essere effettuato in tempo utile per risultare accreditato sul conto corrente intestato alla procedura allo scadere del termine ultimo per la presentazione delle offerte ossia entro il giorno precedente l’udienza fissata per la vendita telematica.

Il presente avviso di vendita sarà reso pubblico mediante i seguenti sui siti Pubblicazione sul portale del Ministero della Giustizia astegiudiziarie.it, cambiocasa.it, genovaogginotizie.ittribunaliitaliani.it, immobiliare.it, entietribunali.it e genova.repubblica.it,  che deve essere consultata dall’offerente ed alla quale si fa espresso rinvio anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri, pesi e vincoli ulteriori a qualsiasi titolo gravanti sui beni stessi.

Per informazioni e per concordare la visita dell’immobile contattare il Delegato Avv. Andrea Rivellini al n. 0105705891 o all’indirizzo e mail segreteria@studiorivellini.it. e il custode SO.VE.MO al numero 010/5299253

SI PRECISA CHE IL TRIBUNALE NON SI AVVALE DI MEDIATORI E CHE NESSUN COMPENSO PER MEDIAZIONE DEVE ESSERE DATO ALLE AGENZIE IMMOBILIARI.