Streaming
Sei in: Home > Esecuzioni Immobiliari > Esecuzioni Genova > R.G.E. 301/2018

R.G.E. 301/2018

TRIBUNALE DI GENOVA

ESECUZIONE IMMOBILIARE N. R.G.E. 301/2018

 AVVISO DI VENDITA SINCRONA A PARTECIPAZIONE MISTA

 

Il sottoscritto Dott. Luca Fissi, dottore commercialista, con studio in Genova, via Malta, 3/7, tel 010-530096,  professionista delegato nella procedura di cui in epigrafe avvisa che il giorno 6 maggio 2019 alle ore 10.30, nella Sala di Udienza del Tribunale di Genova (Palazzo di Giustizia – Piazza Portoria, 1 –  piano III, aula n. 46) si svolgerà la vendita telematica sincrona mista dell’immobile sotto descritto, alle modalità ed alle condizioni di seguito indicate:

LOTTO UNICO: quota, pari al 100%, della piena proprietà dell’immobile ad uso abitazione sito in Genova, Via Giacomo Giovannetti, civico 6, interno 12, piano secondo, di vani catastali 4, composto da: ingresso, disimpegno, n° 2 camere, ripostiglio, cucina e bagno per una superficie commerciale di mq. 61,00.

L’unità immobiliare risulta censita al N.C.E.U. del Comune di Genova, come segue: Sez. SAM – Foglio 41 – Particella 855 – Sub 70 – Zona censuaria 3 – Categoria A/4 – Classe 5 Consistenza vani 4 – Rendita catastale €. 340,86.

Attestato di prestazione energetica Cod. Id 07201830206 del 13.08.2018 valido fino al 13.08.2028.

Allo stato attuale l’immobile risulta libero.

PREZZO BASE: EURO 25.360,00 (VENTICINQUEMILATRECENTOSESSANTA/00);
OFFERTA MINIMA: EURO 19.020,00 (DICIANNOVEMILAVENTI/00);
RILANCIO MINIMO DI GARA: EURO 1.000,00 (MILLE/00);
CAUZIONE: PARI AL 10% DEL PREZZO OFFERTO; FONDO SPESE: PARI AL 15% DEL PREZZO OFFERTO.

Il custode dell’immobile è SO.VE.MO. Srl – Istituto Vendite Giudiziarie; le visite potranno essere prenotate direttamente tramite il portale delle vendite pubbliche (www.pvp.giustizia.it); per maggiori informazioni contattare direttamente il custode giudiziario SO.VE.MO. Srl – Istituto Vendite Giudiziarie, Corso Europa, 139 – Genova  (GE) – Tel. 010 5299253.

PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA SECONDO LA MODALITA’ CARTACEA

L’offerta deve essere presentata, entro le ore 12.00 del giorno lavorativo precedente a quello fissato per la vendita, presso lo studio del professionista delegato alla vendita in Genova – Via Malta, 3/7, previo appuntamento. Sulla busta (a pena di irricevibilità dell’offerta, non dovranno essere annotate alcuna indicazione/o annotazione al di fuori del nome di chi presenta materialmente l’offerta (che può essere persona diversa dall’offerente), del nome del professionista delegato, della data della vendita, della data e dell’ora del deposito della busta.

Versamento del deposito cauzionale e del fondo spese; all’offerta dovrà essere allegato:

Assegno circolare non trasferibile intestato a “Tribunale di Genova-R.G.E. n. 301/2018″ di importo non inferiore al 10% del prezzo offerto a titolo di deposito cauzionale e che sarà trattenuto in caso di rifiuto dell’acquisto;

Assegno circolare non trasferibile intestato a “Tribunale di Genova-R.G.E. n. 301/2018″ di importo non inferiore al 15% del prezzo offerto a titolo di Fondo spese.

PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA SECONDO LA MODALITA’ TELEMATICA

Le offerte telematiche di acquisto devono pervenire entro le ore 12.00 del giorno lavorativo precedente all’esperimento della vendita mediante invio all’indirizzo PEC del Ministero della Giustizia offertapvp.dgsia@giustiziacert.it, utilizzando per la compilazione dell’offerta telematica esclusivamente il modello “Offerta telematica” reperibile all’interno del portale ministeriale http://pvp.giustizia.it e si intenderà depositata nel momento in cui viene generata la ricevuta di avvenuta consegna da parte del gestore di posta elettronica certificata del Ministero della Giustizia; l’offerta, a pena di inammissibilità, dovrà essere sottoscritta digitalmente, utilizzando un certificato di firma digitale in corso di validità rilasciato da un organismo incluso nell’elenco pubblico dei certificatori accreditati di cui al comma IV e al comma V dell’art. 12 del D.M. 32/2015.

Versamento del deposito cauzionale e del fondo spese; ciascun offerente dovrà versare anticipatamente: a titolo di cauzione, un importo pari al 10% del prezzo offerto, esclusivamente tramite bonifico bancario sul conto correnteintestato alla procedura Esecutiva Immobiliare R.G.E. n. 301/2018 sull’IBAN: IT07Y0333201400000000961944 con la seguente causale “Versamento cauzione offerente Signor….”; il mancato accredito del bonifico sul conto corrente sopra indicato è causa di nullità dell’offerta; tale importo sarà trattenuto in caso di rifiuto dell’acquisto; a titolo di Fondo spese, un importo pari al 15% del prezzo offerto, esclusivamente tramite bonifico bancario sul conto corrente intestato alla procedura Esecutiva Immobiliare R.G.E. n. 301/2018 sull’IBAN: IT07Y0333201400000000961944 con la seguente causale “Versamento fondo spese offerente Signor….”.

 

Ai sensi dell’art. 560 c.p.c., la richiesta di visita del bene deve avvenire tramite il portale delle vendite pubbliche del sito https://pvp.giustizia.it, nel dettaglio dell’inserzione, dove è presente il pulsante per la richiesta di prenotazione della visita che apre l’apposito modulo; per maggiori informazioni contattare direttamente il Custode giudiziario: SO.VE.MO. Srl – Istituto Vendite Giudiziarie – Corso Europa, 139 – Genova – Tel. 010 5299252.

Per assistenza tecnica durante le fasi di registrazione e di partecipazione all’offerta secondo la modalità telematica, contattare direttamente il gestore tecnico: Aste Giudiziarie Inlinea S.p.A.  – Numero verde 848.58.20.31 – Tel. 0586 20141.

La pubblicità sarà effettuata, a norma dell’art. 490 c.p.c., secondo le modalità indicate da dal Giudice dell’Esecuzione: Pubblicazione dell’ordinanza e dell’avviso di vendita sul portale delle vendite pubbliche del Ministero della Giustizia; Pubblicazione sul sito www.astegiudiziarie.it, www.cambiocasa.it, www.ogginotizie.it; www.immobiliare.it; www.entitribunali.it, www.genova.repubblica.it.

 

Si segnala che per la vendita del presente immobile il Tribunale non si avvale di mediatori e che nessun compenso per mediazione deve essere dato ad agenzie immobiliari.