Streaming
Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Quarto, sequestro bagni Liggia. Il titolare: “Presenterò un esposto alla Procura”

Quarto, sequestro bagni Liggia. Il titolare: “Presenterò un esposto alla Procura”

 

QUARTO – “Adesso se da un lato devo restituire i soldi ai clienti dall’altro ho 8 dipendenti che non ho intenzione di licenziare. E non licenzio nemmeno il bagnino”, commenta Claudio Galli, titolare dei bagni Liggia sequestrati questa mattina in esecuzione della sentenza del tribunale di Genova.

“Non licenzio il bagnino, ma la barca di salvataggio non so dove metterla – ha proseguito – Secondo la capitaneria dovrei metterla sul molo che è l’unica parte non sequestrata ma per riporla la sera devo violare i sigilli?”.

Galli annuncia che si muoverà per vie legali: “Domani presenterò un esposto alla Procura – ha annunciato – per dire che esistono oltre 10 mila concessioni in Italia che sono nella mia situazione. Sono elencate nel database del ministero delle infrastrutture e del ministero del turismo e vi elenco le 453 autorità concedenti che vi chiedo di indagare”.