ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
giovedì 19 Maggio 2022
04:13

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Puteolana-Latina: l’ex Presidente Roberto Papaverone racconta la guerra di Pozzuoli

“Altro che vittoria, siamo tornati a casa con 5 punti in testa! Quella partita fu una macelleria rusticana e per difenderci usammo qualsiasi cosa”. L’imprenditore ed ex presidente del Latina Roberto Papaverone sa di averla rischiata grossa in quel Puteolana-Latina del 1992. Nonostante siano passati tanti anni il suo ricordo è ancora vivo e riporta alla luce un grosso problema del movimento calcistico italiano: la violenza negli stadi. Specialmente nelle serie minori.

In quel Puteolana-Latina però più che violenza nello stadio, fu una guerra, dove furono coinvolti tutti, calciatori, allenatori, tifosi e dirigenti.

CRONACA DI UNA GUERRA ANNUNCIATA: L’ANEDDOTO DI ROBERTO PAPAVERONE

roberto papaverone gascoigne

  1. Serie D. Il Latina Calcio di Giovan Battista Benvenuto sa di dover affrontare una trasferta a dir poco calda. Si gioca a Pozzuoli, allo Stadio Domenico Conte, contro la Puteolana, che non sarà una squadra imbattibile ma può contare su una delle tifoserie più violente e pericolose di tutta la categoria: “Nel calcio dilettantistico ci sono campi dove non puoi vincere se non vuoi rimetterci la pelle – racconta l’ex Presidente del Latina Calcio -. Quella giornata fu incredibile. Subimmo minacce prima e durante la gara, ma soprattutto ci mancò davvero poco per non far scappare il morto”.

Quello che rischiò di più in quella sfida di Serie D fu il mister del Latina Benvenuto: “Gli tirarono dalle tribune una sedia in faccia, aveva tutto il volto insanguinato – ricorda Papaverone –  Nel frattempo, mentre il mister veniva portato in infermeria, i tifosi della Puteolana iniziarono a venirci addosso, aggredendo sia i nostri supporter sia la dirigenza, me compreso. In quel momento non avevamo scelta, dovevamo sì cercare di uscire dallo stadio, ma anche difenderci. E l’abbiamo fatto, in tutti i modi che potevamo”.

LA VIOLENZA NEGLI STADI NELLE SERIE MINORI

Inutile ricordare il risultato della partita tra Latina e Puteolana: “Perdemmo, dovevamo perdere, non avevamo altra scelta. Purtroppo il calcio italiano ancora oggi, soprattutto nelle serie minori, non riesce a risolvere totalmente il problema della violenza sui campi sportivi, penso ad esempio agli arbitri malmenati o alle risse tra genitori nei settori giovanili.

Ricordo che qualche giorno prima della sfida chiesi ai miei calciatori di prendere i 3 punti. Sotto un certo punto di vista mi accontentarono eccome! Ne prendemmo 5, ma in testa! E sarebbe potuta andare molto peggio”.

 

Esecuzioni Immobiliari

Visualizza tutte le vendite giudiziarie pubblicate su ogginotizie.it di:

Servizio Bancomat Internazionale

Assistenza Tecnica Installazione ATM

A Sostegno del Paese

Le Tre Storie Capitali

a cura di

Sondaggi

Opinioni

Dai un voto

Dai un'opinione

Effettua una ricerca

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content

Meteo

Oroscopo

Mercati Finanziari

Offerto da Investing.com

Sosteniamo...

L'angolo delle rimembranze...