Streaming
Sei in: Home > Articoli > Curiosità > Professore dell’Università di Perugia ritira la “Henry Stratton medal”

Professore dell’Università di Perugia ritira la “Henry Stratton medal”

La Henry M. Stratton Medal 2018 è stata consegnata al Professor Brunangelo Falini, ordinario di ematologia dell’Università di Perugia.

L’italiano Brunangelo Falini, professore ordinario di ematologia dell’Università di Perugia e direttore della Struttura complessa di ematologia e trapianto del midollo osseo dell’Azienda ospedaliera di Perugia, ha ritirato l’ambita “Henry M. Stratton Medal” 2018 per il suo contributo all’ematologia. La Mediaglia viene considerata uno dei più alti riconoscimenti al mondo nell’ambito delle malattie ematologiche. Dal 2012 questo premio viene consegnato ogni anno a due persone, una che si sia distinta per i contributi alla scienza, e un’altra che abbia raggiunto traguardi significativi nella ricerca clinica o traslazionale (cioè quella ricerca che trasferisce i risultati delle ricerche sperimentali alle applicazioni pratiche). Il Professor Falini rientra in quest’ultima categoria.

La cerimonia di premiazione si è tenuta a San Diego, durante il congresso della Società americana di ematologia (American Society of Hematology, ASH). La Henry Stratton medal è stata consegnata direttamente dal presidente dell’ASH, Alexis Thompson, direttore dell’Ann and Robert H. Lurie Children’s Hospital of Chicago. Brunangelo Falini è il primo ricercatore italiano che lavora in Italia a ricevere questo riconoscimento. Nello specifico, l’assegnazione della Henry Stratton medal 2018 gli riconosce i “lavori pioneristici svolti da Falini nel campo degli anticorpi monoclonali e alla scoperta di mutazioni (dei geni NPM1 e BRAF) fondamentali per la comprensione, diagnosi e cura delle leucemie acute mieloidi e della leucemia a cellule capellute”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *