Sei in: Home > Edizioni Locali > Presidente dimissionario di ‘Movimento Latina’ si unisce a Fratelli d’Italia: Massimiliano Bruno scende in campo per Latina

Presidente dimissionario di ‘Movimento Latina’ si unisce a Fratelli d’Italia: Massimiliano Bruno scende in campo per Latina

image_pdfimage_print

“La politica locale ha bisogno di un ricambio generazionale e di una nuova classe dirigente in grado di comprendere le reali problematiche della nostra città.”

 

 

Nuovo ingresso nel partito di centro-destra, ‘Fratelli d’Italia. Massimiliano Bruno, Presidente dimissionario di Movimento Latina, si unisce al partito per occuparsi in maniera politicamente attiva della sua città. Accolto a braccia aperte dal senatore in pectore Nicola Calandrini, portavoce Provinciale di Latina di Fratelli d’Italia, e dall’Avvocato Luigi Pescuma, già presidente dello stesso “Movimento Latina” ed attualmente esponente provinciale e comunale del partito. “Accolgo con grande piacere – dichiara Nicola Calandrini – l’adesione al nostro partito di Massimiliano Bruno e sono sicuro che il suo ingresso nella comunità di Fratelli d’Italia porterà un valore aggiunto positivo da ogni punto di vista. Do il mio caloroso benvenuto a Massimiliano a nome mio e di tutti gli altri amici di partito. In Fratelli d’Italia c’è posto per chiunque condivida i suoi valori fondanti e voglia impegnarsi a lavorare seriamente per il territorio”

“Mi sono dimesso – afferma Massimiliano Bruno – da Presidente di Movimento Latina, che è un’associazione libera da vincoli di partito ed impegnata nel mondo del sociale e della cultura del capoluogo, per entrare a dare il mio contributo alla politica attiva sul territorio. Ero stufo di assistere inerte alla deriva della mia città per colpa di un’amministrazione così inetta ed incapace e non potevo più sottrarmi all’obbligo di fare qualcosa per migliorare la situazione. So di entrare in una grande famiglia, in un contesto politico dove ci sono persone che conosco e stimo e lavorerò affinché questa mia presenza all’interno del partito possa contribuire a farne aumentare il consenso ed il prestigio. La politica locale ha bisogno di un ricambio generazionale e di una nuova classe dirigente in grado di comprendere le reali problematiche della nostra città. La rappresentanza di Nicola Calandrini al Senato rappresenta poi il nostro punto di forza, oltre che un valore aggiunto per tutta la Provincia di Latina, e da qui si deve ripartire per riportare in alto i valori di una destra pontina che, purtroppo, negli ultimi anni ha visto un lento declino a vantaggio invece di populismi e movimenti civici affini alla sinistra più radicale.”