Sei in: Home > Articoli > Ambiente > Presentato oggi il Manifesto di Assisi, la risposta italiana all’emergenza climatica

Presentato oggi il Manifesto di Assisi, la risposta italiana all’emergenza climatica

image_pdfimage_print

“Le istituzioni devono avere la forza ed il coraggio di fare scelte a favore di un’economia sostenibile e rispettosa dell’ambiente”, ha detto ad Assisi la Presidente della Regione Umbria.

“Affrontare con coraggio la crisi climatica non è solo necessario ma rappresenta una grande occasione per rendere la nostra economia e la nostra società più a misura d’uomo e per questo più capaci di futuro. È una sfida di enorme portata che richiede il contributo delle migliori energie tecnologiche, istituzionali, politiche, sociali, culturali. Il contributo di tutti i mondi economici e produttivi e soprattutto la partecipazione dei cittadini.”

Recita così l’incipit del Manifesto di Assisi, considerato la risposta italiana all’emergenza climatica e presentato oggi ad Assisi alla presenza, tra gli altri, del premier Giuseppe Conte e del Presidente del Parlamento europeo David Sassoli. QUI IL TESTO COMPLETO DEL MANIFESTO

“Le istituzioni devono avere la forza ed il coraggio di fare scelte a favore di un’economia sostenibile e rispettosa dell’ambiente. E per questo è necessaria una visione chiara del futuro e un solido patto che coinvolga tutti che impegni ciascuno per il proprio ruolo e responsabilità”. È quanto affermato dalla presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, intervenuta questa mattina ad Assisi, presso il Sacro Convento, alla presentazione ufficiale del “Manifesto di Assisi per un’economia a misura d’uomo contro la crisi climatica”.

“Io e tutti noi lo sappiamo di non essere in grado di cambiare il mondo. Ma ciascuno di noi sa che può cambiare il suo ‘piccolo mondo’ ed offrire un contributo per imprimere una grande svolta al corso della storia, realizzando il sogno di Francesco ed il nostro, quello della Perfecta laetitia anche come un incubatore di pensiero, idee, progetti e buone pratiche volte a cambiare in meglio questo nostro mondo”. Lo ha affermato il custode del Sacro Convento di Assisi, padre Mauro Gambetti, intervenendo alla presentazione del Manifesto di Assisi.