Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Precipita aereo ultraleggero, muoiono istruttore e allievo

Precipita aereo ultraleggero, muoiono istruttore e allievo

 

Un aereo ultraleggero è precipitato a Fasano (Brindisi), in contrada Coccaro. Le due persone a bordo, un istruttore e il suo allievo, sono morte.

Il velivolo precipitato è un Piper P28 decollato da Bari e che, per cause da accertare, è caduto tra gli ulivi nelle campagne del Brindisino. Secondo alcune testimonianze, l’ultraleggero avrebbe toccato un cavo dell’alta tensione mentre cercava di fare un atterraggio di emergenza.

Precipita ultraleggero: vittime avevano 33 e 28 anni

Un fascicolo per disastro colposo e duplice omicidio colposo è stato aperto dalla Procura di Brindisi sull’incidente aereo di questo pomeriggio a Fasano (Brindisi) dove un velivolo ultraleggero è precipitato per cause da accertare: i due occupanti, il pilota esperto Francesco Passeri, di 33 anni, di Castellaneta; e Giuseppe Catano, di 28 anni, di Canosa di Puglia, sono morti. A quanto ricostruito, entrambi sono stati sbalzati fuori dall’abitacolo dopo l’impatto con il terreno. Sul luogo dell’incidente il pm Alfredo Manca che ha disposto l’esame autoptico sui due corpi. Il fascicolo è stato aperto a carico di persone non identificate. Indagini tecniche sono state avviate per verificare se il velivolo abbia subito un’avaria prima di precipitare in un terreno, in contrada Coccaro, tra gli alberi di ulivo.

Precipita ultraleggero, Ansv apre inchiesta

L’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (Ansv) ha aperto una inchiesta di sicurezza sull’incidente avvenuto nel Comune di Fasano (Brindisi), all’aeromobile Piper PA-28 (marche di identificazione I-SVBA), decollato dall’aeroporto di Bari e nel quale sono morte le due persone a bordo, mentre il velivolo è andato distrutto. Un investigatore dell’Ansv – che è l’autorità preposta in via esclusiva allo svolgimento delle inchieste in materia – si sta recando su posto per un sopralluogo operativo.