Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Povertà: Legacoop, un ligure su 5 è a rischio

Povertà: Legacoop, un ligure su 5 è a rischio

 

Un ligure su cinque è a rischio povertà.

Lo rileva il secondo ‘Rapporto sulla povertà e le disuguaglianze in Liguria’ redatto da Legacoop Liguria e presentato a Genova al congresso regionale delle 70 cooperative sociali che occupano oltre 5.000 lavoratori, 80 % donne e oltre 500 svantaggiati, con un fatturato di oltre 100 milioni.

La Liguria ha “costantemente tra i più alti dati di deprivazione materiale, intorno a 1 su 20: significa l’incapacità di sostenere alcune spese come mangiare carne regolarmente, affrontare spese impreviste di media entità, acquistare elettrodomestici”.
“In Liguria è ormai strutturale una condizione di impoverimento – rimarcano il presidente di Legacoop Liguria e il presidente di Legacoopsociali Liguria, Mattia Rossi e Alessandro Frega – che riguarda una parte consistente della popolazione, trasversale per età, residenza e ceto, che non è solo e non tanto definita da condizioni materiali, reddito risparmi immobili, dove pure ci sono grandi disuguaglianze, ma anche da condizioni immateriali come accesso a servizi e informazioni, conoscenze, reti di relazioni. Tutti aspetti sui quali la cooperazione sociale può dare risposte e servizi concreti”.
“E’ un momento drammatico e strategico – commenta Mattia Rossi, presidente di Legacoop Liguria -. La nostra capacità di essere da sempre innovativi, senza dimenticare la nostra vocazione, ci ha permesso di rimanere competitivi e di garantire al paese un sistema di welfare e di inclusione lavorativa che ha cercato di non lasciare mai indietro nessuno. Ci pregiamo di essere tra gli interlocutori principali delle istituzioni per cogliere le opportunità che il PNRR può dare nel settore sanitario e del sociale”.