Streaming
Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Potenza, ‘Dopo di noi’ crea un servizio di residenza sperimentale per disabili

Potenza, ‘Dopo di noi’ crea un servizio di residenza sperimentale per disabili

“Il ‘Dopo di Noi’ sarà finalmente realtà entro fine anno”, ha detto l’assessore di Potenza alle Politiche sociali e abitative Fernando Picerno.

E’ stato siglato il contratto per la gestione del “Servizio di residenzialità sperimentale – COMUNITA’ ALLOGGIO PER PERSONE CON DISABILITA’ PSICOFISICHE”, nell’ambito del progetto ‘Dopo di noi’, presenti la segretaria generale del Comune Angela Rosaria Stolfi, il dirigente dell’Unità di direzione ‘Servizi alla persona’ Giancarlo Grano, la funzionaria comunale Marilene Ambroselli e Rossella Cudemo legale rappresentante della Cooperativa sociale Fili d’erba di Potenza, società affidataria. L’assessore alle Politiche sociali e abitative Fernando Picerno esprime “grande soddisfazione per l’operato di tutta l’Unità di direzione ‘Servizi alla persona’; il ‘Dopo di Noi’ sarà finalmente realtà entro fine anno”.

La Comunità Alloggio ha una capacità ricettiva di 7 posti, nello specifico 6 posti sono riservati alle persone con disabilità psicofisiche di età comresa tra i 18 e i 64 anni residenti nel Comune di Potenza; questi posti possono essere occupati da non residenti, previa autorizzazione del Comune di Potenza, solo in assenza di richieste e per un periodo non superiore a sei mesi, prorogabili a condizione che non sopraggiungano altre richieste dai residenti. Le rette spetteranno, naturalmente, al Comune di residenza. La concessione del servizio ha una durata di 14 mesi e può essere prorogata fino alla concorrenza dell’impegno complessivo, fondi vincolati rinvenienti da trasferimento della Regione Basilicata. A esaurimento del fondo vincolato, la durata della concessione può essere prorogata per ulteriori 14 mesi, verificata la sussistenza di ulteriori fondi disponibili. A breve, l’Unità di direzione ‘Servizi alla persona’ aprirà un bando per l’accesso alla struttura da parte delle persone aventi diritto. Si invitano, pertanto, le associazioni e i cittadini interessati a rivolgersi alla stessa Unità di direzione per eventuali chiarimenti e iscrizioni.