ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
martedì 28 Giugno 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Porto Monfalcone: Regione stabilisce direttive per Commissario

Udine, 28 mag – La Regione ha fissato le direttive per il neo
commissario dell’Ufficio speciale, istituito per garantire un più
sollecito completamento della realizzazione dell’approfondimento
dei fondali del porto di Monfalcone e dei dragaggi dei fondali
delle aree portuali di San Giorgio di Nogaro e di Marano.

Con una delibera, su proposta dell’assessore alla Difesa
dell’ambiente, la Regione ha inoltre approvato una convenzione
con cui vengono regolati i rapporti con il Consorzio di sviluppo
economico della Venezia Giulia (Coseveg) e il Consorzio di
bonifica pianura friulana (Cbpf) e ha stabilito la quota del
compenso per il Commissario, fissata in 77.642 euro annui.

Le direttive servono per realizzare gli interventi che discendono
dall’intesa con l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico
Orientale che definiscono le modalità attuative dell’inserimento
del porto di Monfalcone nel Sistema Portuale del Mare Adriatico
Orientale e il subentro nella gestione delle attività del porto
di Monfalcone.

Secondo l’intesa siglata nel 2019, la Regione prosegue
direttamente gli interventi infrastrutturali già avviati e in
corso di esecuzione fino a completamento, in particolare,
l’approfondimento del canale di accesso al porto di Monfalcone;
gli interventi sui binari per la completa agibilità dell’anello
ferroviario interno al porto; gli interventi a sostegno del
servizio di manovra ferroviaria con l’eventuale ricondizionamento
di un locomotore utilizzato per il servizio di manovra; la
manutenzione straordinaria dell’impianto ferroviario a servizio
della zona industriale e portuale; la riattivazione del raccordo
ferroviario Schiavetti-Brancolo.

L’Ufficio si occuperà in particolare dei fondali di Monfalcone e
dei dragaggi nelle aree portuali di San Giorgio di Nogaro e di
Marano Lagunare.

L’attività del Commissario straordinario dovrà attivare in tempi
celeri l’iter tecnico e amministrativo e utilizzare le procedure
di appalto più celeri in continuo confronto con le Direzioni
centrali della Regione.

Attraverso la convenzione con il Coseveg e il Cbpf sono stabilite
quali strutture organizzative vengono messe a disposizione,
l’entità delle risorse e il trasferimento delle medesime per il
funzionamento dell’Ufficio speciale. Con un successivo
provvedimento verrà definita la dotazione di personale
dell’Ufficio speciale, su proposta motivata del Commissario
straordinario sia per gli aspetti relativi al reclutamento con
forme di lavoro somministrato sia per gli aspetti di impiego del
personale regionale.
ARC/EP/ma