Streaming
Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Ponte: esperti, corrosione in cavi acciaio

Ponte: esperti, corrosione in cavi acciaio

 

Iniezioni della precompressione del calcestruzzo “spesso insufficienti o inesistenti”, “corrosione sui trefoli”, i cavi d’acciaio che costituiscono lo strallo, “tasso di umidità nella pasta del cemento molto elevato”. Emerge dalle analisi del laboratorio svizzero Sgk incaricato dal gip di Genova di effettuare accertamenti su alcuni reperti del Morandi.
“La condizione dell’armatura lenta – scrivono – risulta essere generalmente accettabile. Le staffe di armatura esterne presentano una forte corrosione solo in zone dove il copriferro è molto ridotto. La precompressione esterna delle aste tese presenta spesso iniezioni insufficienti o assenti con corrosione sui trefoli. La precompressione interna era migliore”. I tecnici si soffermano sulla parte inferiore dell’asta tesa: “erano visibili ferri di armatura sottoposti a corrosione che originariamente avevano un copriferro molto ridotto”. I tecnici si chiedono: come sono stati svolti controllo e supervisione, come è stata garantita la protezione dalla corrosione?