Streaming
Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Picchiato e derubato mentre faceva benzina: due arresti

Picchiato e derubato mentre faceva benzina: due arresti

Lo scorso 25 agosto un uomo era stato aggredito e derubato mentre faceva rifornimento. I Carabinieri della stazione di Scanzano hanno arrestato due uomini.

Era stato aggredito, picchiato e infine derubato presso un’area di servizio lungo la Flaminia. La vittima è un giovane di 28 anni, residente a Trevi, che la sera dello scorso 25 agosto è stato avvicinato da due uomini mentre faceva benzina. I due avevano il volto scoperto e in un primo momento lo hanno preso a schiaffi e gli hanno tolto le banconote dalle mani. Il giovane ha cercato di proteggersi rientrando in macchina, ma i due aggressori hanno distrutto il parabrezza con un estintore e sono entrati nella vettura. Mentre uno dei due aggrediva la vittima con calci e pugni, l’altro lo colpiva alla testa con un estintore, facendo anche uscire la polvere antincendio. Il 28enne è poi riuscito a uscire dalla macchina e entrare nel bar, dove è stato finalmente lasciato in pace. I due ladri nel frattempo gli rubavano una borsa con un tablet e due cellulari, e fuggivano su un’auto.

Dileguatisi i due ladri, sono giunti sul posto i militari dell’Arma che hanno raccolto la testimonianza anche di un’altra vittima dei due violenti. Un altro ragazzo, infatti, era stato aggredito senza motivo con un pugno sul viso e un colpo di sedia sulla schiena, senza apparente motivo. A loro dire, la ragione dell’improvvisa violenza era che il ragazzo li stava guardando male. Il 28enne ha riportato una prognosi di 25 giorni, con due costole rotte, escoriazioni, abrasioni ed ematomi in varie parti del corpo. La seconda vittima, invece, è stato giudicato guaribile in 15 giorni. Ora i Carabinieri della Stazione di Scanzano hanno identificato e arrestato i due aggressori. Uno di loro ha 35 anni, di origini campane, che è stato fermato a Foligno (Perugia). Il secondo, 36enne di origini tunisine, è stato rintracciato a Terni.