Sei in: Home > Edizione Nazionale > Piazza Navona, messicani ubriachi picchiano tassista: si era rifiutato di caricarli perché erano troppi

Piazza Navona, messicani ubriachi picchiano tassista: si era rifiutato di caricarli perché erano troppi

Lunotto del taxi in frantumi e autista con 20 giorni di prognosi

 

Turisti, visibilmente ubriachi, hanno aggredito un tassista che si era rifiutato di accompagnarli in hotel. I cittadini messicani volevano usufruire di un unico taxi ma erano in troppi, così il tassista romano ha negato loro il servizio nella zona di Piazza Navona a Roma. Annebbiati dai fumi dell’alcool hanno preso a calci e pugni il lavoratore, rompendo anche il lunotto della vettura. Il povero tassista ha chiamato il 112 e i Carabinieri, della stazione Aventino, sono riusciti ad identificare subito gli aggressori, che erano rimasti in zona. Denunciati a piede libero due messicani, 33 e 59 anni, per interruzione di pubblico servizio, lesioni personali e danneggiamento. Gli altri componenti del gruppo sono riusciti a scappare, anche se le forze dell’ordine sono sulle loro tracce.

Il tassista, 46 anni, è stato condotto al Santo Spirito, dove è stato visitato e medicato. Ha riportato un trauma cranico lieve, una frattura delle ossa nasali e policontusioni, con 20 giorni di prognosi.

Lascia un commento