Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Piana, Consiglio torna in aula

Piana, Consiglio torna in aula

image_pdfimage_print

 

– “La prossima seduta del Consiglio regionale della Liguria si svolgerà in aula indipendentemente dal parere dei tecnici, che sarà illustrato domani nella riunione dell’Ufficio di presidenza, ho deciso che l’assemblea tornerà a riunirsi in sede”. Così il presidente del Consiglio regionale Alessandro Piana stamani in una nota annuncia che l’assemblea non si riunirà più in videoconferenza a causa dell’epidemia di coronavirus, come avvenuto a partire dal 7 aprile scorso. La sollecitazione alla ripresa dei lavori in aula nelle settimane scorse era arrivata sia dal centrosinistra, in particolare dal Pd, secondo cui era “incomprensibile continuare le sedute in videoconferenza mentre il presidente della Regione Giovanni Toti riapriva tutto”, ma anche dallo stesso Toti che un mese fa scrisse una lettera a Piana invitandolo al ritorno del Consiglio in aula. “Mi auguro che sia l’ultimo Consiglio regionale in streaming – è intervenuto Toti ieri via fb -. Ho chiesto già più di un mese fa ai vertici dell’assemblea legislativa di tornare in aula. Mentre tutti i cittadini tornano al proprio lavoro e alla vita normale non possiamo non dare il buon esempio”.
“Sono stato il primo, già nel mese di aprile, a chiarire a tutti i colleghi che era mia intenzione ripristinare al più presto le consuete modalità ma in totale sicurezza e, quindi, non posso più accettare facili ironie su questo argomento – ribadisce Piana -. Nel mio ruolo di presidente rappresento sia la maggioranza che la minoranza e, dunque, sono chiamato ad assumere decisioni in piena autonomia e con senso di responsabilità e non posso accettare sollecitazioni anche irrispettose nei confronti del ruolo che ricopro – commenta -.
Ribadisco dunque che convocherò la prossima seduta del Consiglio in aula a cui sono chiamati a partecipare tutti i colleghi”.