Sei in: Home > Edizioni Locali > Bari > Pestano coetaneo e pubblicano tutto sui social, indagini

Pestano coetaneo e pubblicano tutto sui social, indagini

 

Un ragazzino è stato pestato selvaggiamente, anche con un calcio e un pugno in pieno volto mentre era steso per terra ormai privo di sensi, da almeno una dozzina di suoi coetanei (di età compresa tra i 15 e i 19 anni) in una piazza periferica di Noicattaro (Bari). Il video dell’aggressione, che risale al 25 maggio scorso, è stato pubblicato la notte scorsa su TikTok, ma da ieri è nelle mani dai carabinieri a cui è stato girato dal sindaco di Noicattaro, Raimondo Innamorato, che lo ha ricevuto da un genitore preoccupato dal fatto che le immagini erano diventate virali nelle chat di alcuni ragazzini noiani.

La vittima è in buone condizioni di salute.
A quanto si apprende, gli autori dell’aggressione hanno voluto vendicare una lite per futili motivi che c’era stata alcuni giorni prima a Rutigliano, cittadina poco distante da Noicattaro. Appena hanno incrociato in piazza San Patrizio, zona popolare di Noicattaro, il loro bersaglio lo hanno accerchiato ed hanno avviato il pestaggio di gruppo mentre un loro amico filmava tutto con il cellulare. Alcuni degli aggressori sono stati identificati dai carabinieri della compagnia di Triggiano, che stanno accertando movente e dinamica dei fatti. I militari ipotizzano che i video diffusi, di pochi secondi l’uno, siano una parte di quello che è realmente successo nella piazza, dove potrebbe esserci stata un rissa tra gruppi di giovani.