Streaming
Sei in: Home > Articoli > Ambiente > Perugia tra i migliori comuni d’Italia per la raccolta differenziata

Perugia tra i migliori comuni d’Italia per la raccolta differenziata

Secondo un rapporto di Gesenu SpA, Perugia è tra i miglior capoluoghi di Regione per la Raccolta Differenziata.

Il comune di Perugia è tra i migliori capoluoghi di Regione d’Italia per la raccolta differenziata. È quanto emerge dalle ultime analisi dei quantitativi di raccolta effettuate nel mese di Febbraio 2019, effettuate da Gesenu SpA, società a capitale misto pubblico/privato che opera nella pianificazione e nell’erogazione di servizi di igiene ambientale. Secondo i dati, la raccolta differenziata del capoluogo umbro è salita di nove punti percentuali, fino ad arrivare al 71% nel 2019. Meglio di così fa solo Trento, che si attesta all’80%. “Questo risultato è stato possibile grazie alla riorganizzazione dell’intera Città Compatta che, prima dell’ammodernamento del servizio abbassava notevolmente le percentuali di raccolta, non consentendo all’intero Capoluogo di migliorare. È stato proprio il passaggio dalla raccolta stradale con contenitori accessibili a tutti, alla raccolta porta a porta domiciliare, avvenuto nel corso del 2018, a permettere l’ottenimento dei suddetti risultati eccellenti con un incremento dell’intera Raccolta Differenziata su tutto il territorio di Perugia”, spiega Gesenu SpA.

Nei primi sei mesi dall’attivazione della Città Compatta, sono state ridotte circa 3.500 tonnellate di Rifiuto Secco Residuo, e si arriverà a 10mila nel 2019. “Il risultato raggiunto premia la serietà del nostro lavoro svolto d’intesa con l’Amministrazione Comunale, ma soprattutto dà atto della grande sensibilità dei cittadini sulle tematiche ambientali e di riduzione dei rifiuti”, ha detto Gesenu SpA. “Questi obiettivi si sono potuti raggiungere grazie ad un approccio industriale lungimirante nel settore: gli investimenti nell’innovazione e nella tecnologia ci hanno permesso di rivestire un ruolo da protagonisti nella tracciabilità dei rifiuti urbani. Gli importanti risultati raggiunti sono solo il punto di partenza del nostro progetto che prevede traguardi sempre più ambiziosi”.