Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Perugia, Cassa di Risparmio dona 1,2 milioni per apparecchiature mediche

Perugia, Cassa di Risparmio dona 1,2 milioni per apparecchiature mediche

image_pdfimage_print

Intanto in Umbria i contagiati salgono a 164.

La Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia ha messo a disposizione un milione e 200 mila euro per apparecchiature destinate alle strutture ospedaliere e sistemi di protezione individuale per medici, infermieri e tutti i professionisti impegnati nell’emergenza sanitaria coronavirus.

Di fronte dell’aumento dei casi di contagio, l’Organismo presieduto da Giampiero Bianconi aveva annunciato la decisione di stanziare risorse straordinarie. Il Consiglio di amministrazione della Fondazione si è quindi riunito in teleconferenza deliberando lo stanziamento. La somma sarà utilizzata per dotare alcuni ospedali dell’Usl 1 e l’Azienda ospedaliera di Perugia di 20 nuovi posti di terapia intensiva e per l’acquisto di 32 ventilatori polmonari fissi e da trasporto. Si procederà inoltre con l’acquisto e la donazione di altro materiale sanitario necessario per la protezione individuale: 2000 respiratori circolari, 3000 occhiali a mascherina e 2000 tute.

Intanto, dai dati aggiornati alla mezzanotte del 15 marzo, 164 persone in Umbria risultano positive al virus Covid-19, mentre 4 pazienti sono guariti. Nella provincia di Perugia i positivi sono 104 e 60 in quella di Terni: sono ricoverati in 45, di cui 29 nell’ospedale di Perugia e 16 in quello di Terni. Dei 45 ricoverati, 15 sono in terapia intensiva, 7 nell’ospedale di Perugia e 8 in quello di Terni.

Le persone in osservazione sono 1995: di questi, 1428 sono nella provincia di Perugia e 567 in quella di Terni. Nel complesso entro le ore 24 del 14 marzo, sono stati eseguiti 1093 tamponi. Sempre alla stessa data risultano 420 soggetti usciti dall’isolamento di cui 287 nella provincia di Perugia e 133 in quella di Terni.