Streaming
Sei in: Home > Articoli > Curiosità > Pedibus, a Pordenone 200 bambini vanno a scuola a piedi insieme ai compagni

Pedibus, a Pordenone 200 bambini vanno a scuola a piedi insieme ai compagni

Già cinque scuole di Pordenone hanno aderito al progetto che mira a promuovere stili di vita sani e a ridurre il traffico fuori dalle scuole. Il Comune mette a disposizione degli agenti per rendere il viaggio ancora più sicuro.

Sono oltre 200 i bambini delle scuole primarie iscritti al Pedibus, l’iniziativa che permette agli alunni di percorrere a piedi e in sicurezza il tragitto casa-scuola, accompagnati da volontari. Un progetto in espansione su cui il Comune di Pordenone sta puntando grazie a un protocollo di collaborazione firmato il luglio scorso con l’associazione Piccoli Passi, che gestisce i Pedibus, e gli istituti scolastici. Cinque per ora le scuole aderenti, tra cui la Lombardo Radice dove il Pedibus è stato inaugurato lunedì scorso alla presenza dell’assessore Emanuele Loperfido. Diciassette gli studenti che, accompagnati da 11 volontari, andranno alle lezioni partendo dalla palestra Gallini o dal distributore Eni di viale Grigoletti.

“Tramite la proficua collaborazione firmata in estate – commenta l’assessore Emanuele Loperfido – intendiamo radicare e estendere a sempre più scuole questo progetto che promuove stili di vita sani, l’educazione civica e stradale, la diminuzione di traffico e auto fuori dalle scuole”. “Il Pedibus è decisamente in crescita – dice Lidia Diomede di Piccoli Passi – le iscrizioni sono aperte tutto l’anno e si può sempre aderire. Per informarsi ci si può rivolgere all’insegnante di riferimento per ogni istituto o scrivere a piccolipassiets@gmail.com“.

La Lombardo Radice, come detto, è la quinta scuola in cui è stato attivato il progetto. Le altre sono la Da Vinci con 66 bambini iscritti accompagnati da 26 volontari, la Rosmini (34 bambini e 18 volontari), la Gozzi (60 bambini e 27 volontari) la Padre Marco D’Aviano (30 bambini e 11 volontari). Alla Da Vinci è stato attivato anche il ciclobus una volta alla settimana. Ma si sta lavorando con le insegnanti per avviare le camminate anche della De Amicis. L’associazione Piccoli Passi sta studiando assieme alla polizia locale i percorsi che il Comune sta provvedendo a mettere in sicurezza. Peraltro l’amministrazione comunale mette a disposizione gli agenti della polizia locale per fornire tutte le indicazioni utili ai volontari o per presidiare i tragitti, dove necessario. Nei prossimi giorni, inoltre, le referenti di Piccoli Passi incontreranno i responsabili dell’istituto comprensivo di Torre.