Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Potenza > Palumbo d’argento, la Basilicata sorride

Palumbo d’argento, la Basilicata sorride

Dopo l’exploit iridato di Acerenza nel nuoto, arriva una medaglia anche dai campionati mondiali di fioretto a squadre.

La Basilicata e lo sport, un binomio vincente. Dopo il successo di Domenico Acerenza in Corea del Sud nel nuoto, Francesca Palumbo ha conquistato la medaglia d’argento ai campionati mondiali di fioretto a squadre in quel Budapest. “Un’altra grande vittoria per la nostra regione” ha commentato il presidente del Consiglio regionale, Carmine Cicala. “Un risultato che ci riempie d’orgoglio e ci sottopone a una riflessione sulle pari opportunità anche nello sport. Sensibilizzare significa anche crescere insieme, permettere a donne e bambine di poter liberamente aspirare a grandi conquiste personali e lavorative, dal professionismo, come l’atleta Palumbo, a ruoli importanti dirigenziali e di allenatrici, abbandonando i pregiudizi anche nello sport. E’ mia intenzione organizzare quanto prima un incontro con i nostri atleti lucani per potermi congratulare personalmente di queste vittorie che portano alto il nome della Basilicata nel mondo”.

Il fioretto femminile azzurro era composto dall’agguerrito quartetto con Elisa Di Francisca, Arianna Errigo, Alice Volpi e appunto la lucana Francesca Palumbo: le nostre atlete hanno ceduto in finale alla Russia per 43-42, al minuto supplementare, dopo un match al cardiopalma e col punteggio sempre in bilico. Le ragazze italiane, dopo aver sconfitto ieri nel turno dei 32, la Romania per 43-20 e poi, per 45-25, l’Ucraina, hanno battuto per 44-25 il Giappone nell’assalto dei quarti di finale, per poi avere ragione della Francia, con il punteggio di 45-37 in semifinale. Poi le russe purtroppo hanno avuto la meglio all’atto clou.