Sei in: Home > Edizioni Locali > Palermo, laboratorio artigianale per produrre crack a Brancaccio. Arrestato 25enne

Palermo, laboratorio artigianale per produrre crack a Brancaccio. Arrestato 25enne

I poliziotti erano stati avvisati grazie all’app YouPol

 

Poliziotti in borghese hanno avvicinato lo spacciatore 25enne in zona Brancaccio a Palermo, che ha tentato subito di vendergli la droga, scambiandoli per clienti. Per Salvatore Lo Bianco, palermitano, sono scattate le manette con l’accusa di spaccio di droga. Addosso il giovane aveva 17 dosi termosaldate di crack, che ha mostrato volontariamente alla Polizia. Durante la perquisizione gli agenti hanno trovato delle chiavi, che hanno portato alla scoperta di un appartamento adibito a laboratorio artigianale per produrre droghe, specialmente di tipo crack. All’interno della fabbrica di stupefacenti sono stati sequestrati: 2 involucri di cocaina da 9 grammi ciascuno; 4 “pietre” e 4 dosi di crack da 19 grammi in totale; 250 grammi di infiorescenze di marijuana; due bilancini di precisione; una bottiglia di metadone; delle forbici; un cannello da idraulico per sciogliere le sostanze; bicarbonato di sodio e nastro adesivo; spillatrice e un libro su cui annotavano cifre e pesi. Circa 8.000 euro sarebbe stato il ricavato dalla vendita della droga rinvenuta.

Le segnalazioni che hanno incastrato Lo Bianco, ora detenuto al Pagliarelli, sono arrivate sulla piattaforma informatica della Polizia di Stato “YouPol”. La ormai nota app che permette ai cittadini di comunicare, direttamente alla centrale operativa della questura, casi di spaccio e bullismo.

Lascia un commento