Sei in: Home / Edizioni Locali / Palermo / Palermo: insulti omofobi e rapine

Palermo: insulti omofobi e rapine

A Palermo dopo insulti omofobi a rapine ci sono stati tre arresti.

A Palermo sono stati arrestati tre uomini per insulti omofobi e rapine. Gli uomini sono stati arrestai dalla Polizia nel Ragusano, seguendo la decisione del Gip.

Gli uomini dovranno rispondere a una lunga lista di accusa: rapine, estorsioni, lesioni gravi e violenza privata. I provvedimenti reintrano nell’oprazione chiamata “Zona”.

Ci sono voluti 24 uomini, ma alla fine, sono stati arrestati Christian Gerratana, 24 anni, di Vittoria; Gaetano Velardita, 23 anni, di Comiso; Emanuele Marino, 18 anni, anche lui di Comiso.

Tutto è iniziato lo scorso giugno, quando è avvenuta la prima rapina in zona industriale Vittoria. Il luogo si chiama Zona, da cui il nome dell’operazione.

I tre hanno aggredito, ferito e rapinato un uomo che si era recato lì per cercare un gigolò. All’inizio si è avvicinato un solo rapinatore, poi sono arrivati i suoi complici.

Dopo la rapina, hanno obligato l’uomo a recarsi ad un bancomat ad Acate.

Lì lo hanno costretto a prelevare altre denaro. Il tutto mentre gli rivolgevano insulti omofobi. Dopo tre giorni, il trio ha messo a segno un’altra rapina.

La modalità usata è sempre la stessa. In questo modo, le forze dell’ordine hanno iniziato a mettersi sulle tracce dei malviventi.

 

Check Also

Marocchino accusato di diversi colpi in case vacanza e hotel – mandato via

Denunciato ed espulso Kamal Rochdi, 34 anni, marocchino, accusato di avere messo a segno diversi …