Streaming
Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Organizzava matrimoni per permesso di soggiorno, arrestato

Organizzava matrimoni per permesso di soggiorno, arrestato

Un cittadino marocchino di 40 anni organizzava falsi matrimoni per permettere a degli stranieri di ottenere il permesso di soggiorno. È stato arrestato.

Un’indagine della Polaria di Malpensa, la polizia di frontiera aerea operante negli aeroporti, ha portato all’arresto di sei persone coinvolte in un giro di matrimoni falsi, che permettevano a uomini stranieri di ottenere il permesso di soggiorno. A gestire il giro, secondo gli inquirenti, era un 40enne di origini marocchine, residente in Italia da otto anni, che è stato arrestato e ora si trova in carcere. Insieme a lui, altre cinque persone sono state colpite dalla misura cautelare emessa dal gip di Busto Arsizio, con le accuse di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e permanenza sul territorio italiano. Tra gli indagati c’è anche una dipendente dell’aeroporto di Malpensa. La donna adesso si trova agli arresti domiciliari, poiché avrebbe utilizzato il suo badge da addetta alle pulizie per permettere a un cittadino marocchino senza documenti di saltare i controlli. Gli altri quattro arrestati sono cittadine italiane con obbligo di firma.

I falsi matrimoni venivano organizzati tra clienti marocchini e giovani donne italiani in situazione di difficoltà economica. Il 40enne accusato di gestire il giro reperiva i clienti dal Marocco, facendosi pagare fino a 11mila euro per l’intermediazione, che venivano pagati dai clienti stranieri in più tranche. Nel frattempo il 40enne si occupava dell’organizzazione del matrimonio, dalle pubblicazioni all’effettiva celebrazione. La Polaria, durante una perquisizione domiciliare nella sua abitazione, ha trovato documenti relativi ad altri falsi matrimoni che sarebbero stati celebrati a breve. Finora le indagini hanno accertato quattro falsi matrimoni, per cui quattro italiane devono ora sottoporsi all’obbligo di firma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *