ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
venerdì 12 Agosto 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Organalia apre il mese di giugno con un omaggio a Vivaldi nell’Oratorio di San Filippo

Il circuito musicale Organalia 2022, patrocinato dalla Città Metropolitana di Torino, apre il mese di giugno con un duplice appuntamento con ensemble orchestrali e vocali a Torino e a San Carlo Canavese.
Venerdì 3 giugno alle 21 nell’Oratorio di San Filippo Neri di via Maria Vittoria 5 a Torino è in programma un concerto interamente dedicato ad arie da opere vivaldiane. Protagonista della serata è la formazione orchestrale “Andromeda”, specializzata nella prassi esecutiva della musica barocca, formata dal violinista e concertatore Francesco Bergamini e dalla soprano Cristina Mosca. Il complesso è costituito dai violinisti Joanna Crosetto, Bruno Raspini, Gabriele Cervia, dal violista Alessandro Curtoni, dalla violoncellista Giulia Gillio Gianetta, dal contrabbassista Federico Bagnasco, dal clavicembalista Davide Stefanelli e dal tiorbista Francesco Olivero. La serata propone un viaggio emozionale nel repertorio operistico di Vivaldi, attraverso le arie, i recitativi e la musica strumentale che di volta in volta fa da eco o da contraltare a quella vocale, a partire dall’aria “Amato ben tu sei la mia speranza”, tratta dal dramma per musica “La verità in cimento” del 1720. A seguire il Concerto in Re minore RV 565 numero 11 opera 8 per due violini, violoncello e orchestra. La serata prosegue con l’aria “Sposa son disprezzata”, tratta dal dramma per musica “Bajazet” del 1735, a cui segue il Concerto in Sol maggiore per archi e basso continuo “alla rustica” RV 151. Momento cardine della serata è l’esecuzione dell’aria “Alma oppressa”, dal dramma per musica “La fida ninfa” RV 714, che andò in scena per la prima volta a Verona nel 1732. A seguire il Concerto in Re maggiore per violino e orchestra RV 130 numero 9 opera 8 e l’aria “Un raggio di speme” dal dramma per musica “Orlando furioso” RV 728, rappresentato a Venezia nel 1727. La serata si conclude con il Concerto in La minore per due violini e orchestra RV 522 numero 8 opera 8 e con l’aria “Tornar voglio al primo ardore”, tratta dal dramma per musica “Arsilda, Regina di Ponto” RV 700. Il concerto è una coproduzione con l’Accademia Corale Stefano Tempia di Torino. L’accesso al pubblico è consentito dalle 20,30. L’ingresso costa 10 euro ed è obbligatorio indossare la mascherina FFP2.

A SAN CARLO CANAVESE SI CELEBRA IL BICENTENARIO DI CÉSAR FRANCK

Sabato 4 giugno alle 21 nella chiesa parrocchiale di San Carlo Borromeo in strada Ciriè 2 a San Carlo Canavese è invece in programma un concerto per coro, solisti e strumenti interamente dedicato a César Franck, in occasione del bicentenario della nascita del compositore belga. Protagonisti dell’appuntamento l’organista Gianfranco Luca, l’arpista Patrizia Radici, la violoncellista Valentina Fornero, il contrabbassista Federico Bagnasco, il coro Eufoné e i solisti Rossella Giacchero, Stefano Gambarino e Mauro Barra. Il maestro direttore e concertatore è Alessandro Ruo Rui. La serata si apre con il brano d’organo “Pièce Heroïque” e con l’”Offertoire” eseguiti da Gianfranco Luca. La restante parte del concerto è interamente dedicata all’esecuzione della “Messe solennelle” in La maggiore del 1872, all’interno della quale è collocata l’aria “Panis angelicus”. Il concerto è patrocinato e sostenuto dall’Unione dei Comuni del Ciriacese e Basso Canavese e dal Comune di San Carlo Canavese. L’accesso al pubblico sarà consentito dalle 20,30 con ingresso ad offerta libera.

DAL BAROCCO AL CLASSICISMO VIENNESE NEL SANTUARIO DI SAN VITO A NOLE

Sabato 11 giugno alle 21 nel Santuario di San Vito Martire a Nole Canavese (e in caso di maltempo nella chiesa parrocchiale) è in programma il concerto “Dal Barocco al Classicismo viennese”, con brani di Bach e Haydn. Si esibiranno i violinisti Yayoi Masuda e Francesco Bergamini, la violinista e violista Paola Nervi, la violista Elena Saccomandi, il violoncellista Nicola Brovelli, l’organista Walter Gatti. In programma: di Franz Joseph Haydn il Concerto per organo e orchestra Hob XVIII numero 1, di Johann Sebastian Bach la Sinfonia dalla Cantata BWV 146, di Johann Michael Haydn il Concerto per viola, organo e orchestra in Do maggiore

IL SEICENTO IN MUSICA NELLA CHIESA DI SAN SILVESTRO A CHIAVERANO

Domenica 12 giugno alle 16 l’appuntamento sarà nella chiesa di San Silvestro papa di via della Parrocchia 6 a Chiaverano, per un concerto dedicato al Seicento. Si esibiranno la soprano Alice Duport-Percier e l’organista Franck Marcon. In programma la Toccata settima di Girolamo Frescobaldi, il “Salve Regina” di Barbara Strozzi, una Passacaille di Luigi Rossi, il “Pianto della Madonna” di Claudio Monteverdi, la Toccata XI di Michelangelo Rossi, il “Nigra sum” di Johannes Hieronymus Kapsberger, lo “Stabat Mater – Pianto della Madonna” di Felice Sances, La Canzona Prima di Girolamo Frescobaldi e infine ’”O Maria” di Barbara Strozzi.

GLI SPLENDORI DEL BAROCCO A FORNO CANAVESE

Si intitola “Gli splendori del Barocco” il concerto in programma venerdì 17 giugno alle 21 nella chiesa dell’Assunzione di Maria Vergine a Forno Canavese. L’organista Marco Limone e il trombettista Luigi Faggi Grigioni eseguiranno: di Giovanni BonaventuraViviani la Sonata prima per trombetta sola dai Capricci armonici opera IV, di Giuseppe Torelli il Concerto in Re Maggiore per tromba, archi e basso continuo, di Alessandro Marcello il Concerto in Re minore BWV 974 nella trascrizione per organo di Johann Sebastian Bach, di Arcangelo Corelli la Sonata in Re maggiore, di John Stanley il “Voluntary V” dai “Ten Voluntary for the Organ or Harpsichord” opera VI, di Antonio Vivaldi il Concerto in Re maggiore BWV 972 nella trascrizione per organo di Johann Sebastian Bach, di Georg Friedrich Händel la Suite in Re maggiore.

DI VOCI, D’ANCE E FONDI” NELLA CHIESA DI SAN MAURO ABATE A MATHI

Sabato 18 giugno alle 21 l’appuntamento sarà nella chiesa di San Mauro Abate in piazza Don Burzio a Mathi per il concerto “Di Voci, d’ance e fondi” con l’Isakar Duo, di cui fanno parte la sassofonista Isabella Stabio e l’organista Carmelo Luca Sambataro, accompagnati dal controtenore Angelo Fernando Galeano. In programma: di Georg Friedrich Händel due arie dal “Messiah”, “O Thou That Tellest Good Tidings to Zion” e “He was despised”, di Johann Sebastian Bach il Preludio e Fuga in Do minore BWV 546 per organo solo e l’Allegro finale dalla Sonata numero 2 in La minore BWV 1003 per sassofono solo, di Georg Friedrich Händel dall’“Ode for the Birthday of Queen Anne” HWV 74 il brano “Eternal Source of Light Devine” e dal “Saul” il brano “O Lord, whose mercies numberless”, di Antonio Vivaldi il Concerto in Mi minore RV 484 per sassofono e organo e infine di Dietrich Buxtehude la cantata “Jubilate Domino” BuxWV 64.

ORGANO E VIOLINO NELLA CHIESA DELL’IMMACOLATA CONCEZIONE A VOLPIANO

Domenica 19 giugno alle 21 la chiesa dell’Immacolata Concezione di via Umberto I a Volpiano ospiterà il concerto per organo e violino di Marco Ruggeri e Lina Uinskyte. Di Antonio Bertali sarà proposta la Ciaccona in Do, di Claude Balbastre il Preludio e Fuga per organo solo, di Wolfgang Amadeus Mozart la Sonata in Fa K 377, di Padre Davide da Bergamo la Sonata marziale per organo solo, di Franz Schubert il Konzertstuck in Re D 345.

IL SACRO NELLA LIRICA NELLA CHIESA DEI SANTI MICHELE E SOLUTORE A STRAMBINO

Sabato 25 giugno alle 21 Organalia farà tappa nella chiesa dei Santi Michele e Solutore di piazza don Luigi Vesco a Strambino, per il concerto intitolato “Il sacro nella lirica”, di cui saranno protagonisti il bassista Frano Lufi, la soprano Li Xinwei e l’organista Carlo Benatti. Il programma si aprirà con il brano per basso e organo “Il lacerato spirito” dall’opera “Simon Boccanegra” di Giuseppe Verdi e proseguirà con i “Cinque Versetti per il Gloria” di Carlo Fumagalli, il “Confutatis” per basso e organo” e il “Libera me” per soprano e organo dalla Messa da Requiem di Verdi, l’Offertorio opera 50 numero 4 per organo solo di Carlo Fumagalli, il brano “Tu sul labbro de’ veggenti” per basso e organo dall’opera “Nabucodonosor” di Verdi, il “Pace, pace, mio Dio” per soprano e organo dall’opera “La forza del destino” di Verdi, l’Elevazione opera 50 numero 5 per organo solo di Carlo Fumagalli, il “Requiem aeternam” per soprano e organo dalla Messa da Requiem di Giuseppe Verdi, l’Offertorio opera 50 numero 6 di Carlo Fumagalli e infine con la “Scena della vestizione” per soprano, basso e organo dall’opera “La forza del destino” di Verdi.

ECHI DEL XVI SECOLO ALL’ABBAZIA DI NOVALESA

Domenica 26 il programma di Organalia per il mese di giugno si concluderà alle 16 nella chiesa abbaziale dei Santi Pietro e Andrea a Novalesa, con il concerto “Echi del XVII secolo”. L’organista Lorenzo Ghielmi eseguirà di Girolamo Frescobaldi la “Toccata con il contrabbasso over Pedale”, la “Canzon dopo l’Epistola” e le “Due Gagliarde”, di Bernardo Pasquini le “Variazioni per il paggio tedesco”, la “Toccata con lo scherzo del cucco” e i “Passacagli per lo scozzese”, di Bernardo Storace il “Ballo della Battaglia”, di Domenico Zipoli la “Canzona in sol” e “All’Elevazione”, di Zipoli e Arcangelo Corelli la Sonata in Re minore, una Passacaglia di Georg Friedrich Händel, una Sonata di autore anonimo e la Sonata in Fa maggiore di Giuseppe Gonelli.

Per ulteriori approfondimenti si può consultare il portale Internet www.organalia.eu, scrivere a info@organalia.org oppure chiamare in orario d’ufficio il numero telefonico 011-2075580Cristina Mosca 1