ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
domenica 4 Dicembre 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

[rank_math_breadcrumb]

Nuova variante Covid affonda le borse, volano Pfizer e Zoom

 

Le Borse europee restano sotto tiro dei timori per la nuova variante del coronavirus individuata in Africa e anche Wall Street apre in forte calo. In controtendenza Pfizer, che vola a New York e aggiorna i suoi record mentre sui mercati è scattato il clima di paura che ha provocato vendite su tutti i settori azionari.

Anche i titoli Zoom – uno dei maggiori beneficiari del lockdown da pandemia – salgono del 13%.

Dopo l’avvio pesante di Wall street, resta violenta la corrente di vendite sui mercati azionari del Vecchio continente: sui timori della nuova variante Covid e guardando al crollo del prezzo del petrolio, la Borsa peggiore in Europa al momento è Madrid che accusa perdite attorno al 4%, seguita da Parigi e Vienna (-3,7%), con Milano che perde il 3,3% nell’indice Ftse Mib.

Francoforte e Londra oscillano attorno a un calo di tre punti percentuali, mentre Amsterdam cede il 2,4%.

In Piazza Affari, che si trova sui minimi di giornata a parte la scivolata della prima mezz’ora di contrattazioni, Tenaris e Unicredit sono i titoli peggiori nel paniere principale e cedono attorno ai sei punti percentuali, con Stellantis, Eni e Atlantia che perdono oltre il 5%. In tenuta Inwit e Tim, che sale dell’1% a 0,488 euro poco sotto il prezzo dell’ipotesi di Opa di Kkr, mentre corre del 9% la farmaceutica Diasorin, in prima linea nei test per l’individuazione del Covid.

E’ in brusco calo anche il petrolio a seguito della nuova variante sudafricana del coronavirus. Il prezzo del barile scende sotto i 75 dollari a barile, torna così ai livelli della scorsa estate azzerando il rally dell’autunno. In particolare a New York, le quotazioni perdono il 7,9% a 72,21 dollari al barile.