ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
lunedì 26 Settembre 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Nome falso per tornare in Italia, 27enne viola il divieto di reingresso

L’uomo si era fatto rilasciare un passaporto nuovo con un cognome diverso, per poter tornare in Italia eludendo il provvedimento a suo carico.

Per cercare di tornare in Italia dove risiede ancora una parte della sua famiglia di origine, decide di farsi un passaporto nuovo e di mettersi subito in viaggio. Tutto normale se non fosse che il cittadino albanese in questione in Italia non può tornarci prima dell’agosto del 2021. Infatti, il 27enne era stato espulso con accompagnamento alla frontiera nel 2018, dopo oltre 5 anni in clandestinità.

In questa circostanza per eludere i controlli si è cambiato il cognome prendendo in prestito quello della moglie e facendosi rilasciare un nuovo passaporto dalle autorità albanesi. Con la nuova identità acquisita è salito su un pullman di linea con direzione Italia, arrivando all’ex valico confinario di Fernetti la notte del 2 marzo scorso. Qui, il mezzo su cui viaggiava veniva sottoposto a un controllo da una pattuglia del Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Aurisina (Trieste) a cui non sfuggiva che quel documento nuovo era stato stranamente rilasciato da una sola settimana.

Infatti, i militari decidono di verificare meglio la genuinità di quel  passaporto smascherando il giovane e il suo stratagemma. Dopo le formalità del caso il giovane è stato arrestato per avere violato il divieto di reingresso nel Territorio Nazionale e condotto al Coroneo in attesa di un nuovo rimpatrio coatto in Albania.