Streaming
Sei in: Home > Articoli > Curiosità > “Natale Sub”, a Trieste la 42esima messa subacquea

“Natale Sub”, a Trieste la 42esima messa subacquea

Anche quest’anno a Trieste, nello spazio d’acqua di fronte a piazza Unità d’Italia, si è tenuta la tradizionale messa subacquea del “Sub Sea Club”.

Alle 11 della mattina del 26 dicembre, si è celebrata a Trieste la tradizionale messa subacquea, giunta quest’anno alla sua 42° edizione. Organizzata dal “Sub Sea Club” di Trieste, il “Natale Sub” si è tenuto nello spazio d’acqua di fronte a piazza Unità d’Italia, simbolo della città. La celebrazione è stata suddivisa in due momenti: prima Don Francesco Pesce ha tenuto la Santa Messa in banchina, poi il sacerdote è sceso in acqua circondato dai sub e ha letto l’Omelia in immersione, all’interno di una campana subacquea in plexiglass, che è scesa fino a 5 metri di profondità. Grazie ad un laringofono, i fedeli hanno potuto assistere alla lettura da un maxischermo. L’evento ha attirato circa 400 persone, radunate intorno alla Scala Reale della piazza.

Il sacerdote in immersione era circondato da una cinquantina di sub e i cani del Gruppo Cinofili Soccorso in Acqua. La partecipazione era aperta a tutti i subacquei e apneisti con brevetto. Al termine della messa sono stati serviti vin brulè e panettone. Prima della celebrazione, l’arcivescovo di Trieste Monsignor Giampaolo Crepaldi ha salutato i fedeli presenti, definendo la messa subacquea di Santo Stefano “una giornata che fa bene al cuore”. Gli organizzatori hanno ringraziato tutte le personalità e istituzioni che hanno promosso e collaborato all’iniziativa, tra cui la Regione Friuli Venezia Giulia, il Comune di Trieste, la Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee e l’Apostolatus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *