Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Nascite: su 3000 neonati, 400 abbandonati in ospedale

Nascite: su 3000 neonati, 400 abbandonati in ospedale

Su 3000 neonati che vengono abbandonati ogni anno, 400 vengono abbandonati in ospedale.

È noto che l’Italia abbia un problema con i tassi di natalità. Ogni anno la popolazione invecchia e non nascono abbastanza bambini per invertire il trend.

Considerando i dati diffusi da Dagospia, emerge un aspetto interessante. Su 550.000 nati, circa 400 verrebbero rifiutati dai genitori.

Nel 62,5% dei casi si tratta di bambini figli di donne straniere. Vi anche un altro dato, che purtroppo non si può reperire. Si tratta dei parti anonimi, che sempre più spesso hanno come protagoniste donne italiane.

Si tratta dei parti volti a dare in adozione il bambino. Secondo i dati diffusi dal 2012 dalla Società Italiana di Neonatologia, su 3000 neonati non riconosciuti, 400  verrebbero abbandonati in ospedale.

Degli altri 2.600 non si sa nulla. Molti casi di cronaca mettono in relazione gravidanze non volute con l’infanticidio. Tuttavia, si tratta di un’equazione pericolosa che tiene in considerazione molti fattori sociali e psicologici.

Secondo quanto prevede il Dpr 396/2000, le donne hanno la possibilità di partorire in forma anonima in tutte le strutture ospedaliere pubbliche.

Tea Longoni, del Centro Aiuto alla Vita, ha spiegato che: “Il parto anonimo è un processo molto complesso che non tutte sono in grado di fare perché richiede accompagnamento, aiuto e collaborazione con il personale medico”.

La questione non è dunque così semplice. Nel caso in cui la madre decidesse di non riconoscere il figlio, il Tribunale dei minorenni della procura può aprire il procedimento di adottabilità.

In questo modo si spera di trovare nel miglior tempo possibile una famiglia per il bambino.