Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Nasce il Partito dei Veneti: “La Lega ci ha tradito”

Nasce il Partito dei Veneti: “La Lega ci ha tradito”

Nasce il Partito dei Veneti perché la Lega ormai è “un partito nazionale”.

Il manifesto del Partito dei Veneti è chiaro: “Loro non ci saranno… e tu?”. Ma chi sono questi loro? Si tratta di Sergio Mattarella, Giorgia Meloni, Matteo Renzi, Giuseppe Garibaldi, Nicola Zingaretti, Giuseppe Conte, Luigi Di Maio e, soprattutto, Matteo Salvini.

Per i membri del Pdv, il leader della Lega si è comportato in modo indicibile: “è diventato una forza politica nazionale, sovranista, pro dazi e orgoglio italiano, imbarazzante per il voltafaccia che ha operato, passando da movimento nato per tutelare il territorio contro i partiti tradizionali a partito tradizionale che prende voti in Veneto e non tutela i suoi cittadini”.

Antonio Guadagnini commenta “della Lega non ci si può più fidare”. Così nato il Partito dei veneti, con l’obiettivo di «rappresentare e difendere le istanze dei veneti». Tra i punti del «manifesto» che verrà presentato domani a Padova ci sono “la voglia di riconoscersi nel valore dell’autogoverno, nel principio di sussidiarietà e nel diritto del popolo ad autodeterminarsi”, e “la certezza che ogni territorio abbia il diritto e il dovere di governarsi, rispettando e assecondando la propria identità, il proprio modo di essere, i propri valori e le proprie tradizioni”.