ITALIA

dall'

Solo notizie convalidate
martedì 5 Luglio 2022

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

LA QUALITÀ ITALIANA NEL MONDO

EDIZIONI REGIONALI

Multe nei parchi di Nervi, Municipio diffida guardie zoofile

 

Alcuni lo hanno definito accesso di zelo, altri vero e proprio accanimento. Fatto sta che per le Guardie Zoofile Ambientali dell’associazione Una (Uomo Natura Animali) è scattata la diffida ed è partito l’iter per la revoca della concessione dei locali di piazza Duca degli Abruzzi, a Nervi, in cui hanno la sede.

La decisione è stata presa dal Municipio Levante con una lettera inviata nei giorni scorsi in cui si fa presente che «sono pervenute numerose lamentale in ordine alle modalità con cui codesta associazione esercita l’attività di accertamento, contestazione e sanzione degli illeciti amministrativi e penali in materia di animali e ambiente». Tradotto, le guardie zoofile avrebbero staccato un po’ troppo multe verso i padroni dei cani, manifestando ben poca tolleranza nei confronti di chi li porta nei Parchi senza guinzaglio, finendo per spingere decine di persone (278, secondo il Municipio) a firmare una lettera arrivata sul tavolo del presidente del Municipio, Francesco Carleo, che alla fine ha optato per la diffida.

«Frequentatori dei Parchi di Nerd lamentando che si sarebbe instaurato un clima di “terrore e disagio” – scrive il Municipio – dovuto alla gestione dell’attività di controllo che il Nucleo Guarfcie Zoofile esercita nei Parchi». La richiesta è quindi di «cessare i comportamenti contestati», e di replicare entro 10 giorni dalla ricezione della lettera. Che sancisce anche l’avvio del procedimento per la revoca degli uffici di via Duca degli Abruzzi. Alla base della decisione non ci sarebbero tanto le multe, quanto un atteggiamento che per i firmatari della lettera sarebbe eccessivamente duro e intransigente nei confronti di chi frequenta il parco, che nelle ultime settimane è spesso balzato agli onori della cronaca proprio per il modo in cui viene vissuto, per alcuni ritenuto poco rispettoso: partite di calcio e bivacchi su prati appena seminati, biciclette lanciate ad alta velocità sui sentieri, lettini da spiaggia posizionati nel roseto, e ovviamente anche cani lasciati scorrazzare liberi tra le aiuole.