Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Movida a Spezia: un minorenne su 5 in stato di ebbrezza grave

Movida a Spezia: un minorenne su 5 in stato di ebbrezza grave

 

Su quattro giovani testati nel centro storico della Spezia, tre fanno uso di alcol.

Uno su tre ha un tasso alcolico nel sangue tale da non potersi mettere alla guida.

E quasi un minorenne su cinque è in uno stato di ebrezza grave. Sono i risultati del progetto “Saturday night live”, arrivato alla seconda edizione, e portato avanti dalla Croce Rossa della Spezia grazie al sostegno del Sindacato nazionale degli agenti di assicurazione.
Dieci fine settimana per 1248 alcoltest svolti, su base volontaria, sulla popolazione giovane della città intercettata nelle piazze della movida. Il 26,8% ha rilevato un tasso alcolemico pari a 0 g/l, il 40,1% fino a 0.5 g/l, il 14,8% tra 0.5 e 0.8 g/l ed il 18,3% oltre 0.8 g/l. Per quanto riguarda le fasce d’età: l’82,6% dei testati sotto i 25 anni d’età e solo il 5% sopra i 35 anni.
“I risultati dicono che questo è un fenomeno su cui tenere alta l’attenzione”, la considerazione di Luigi De Angelis, presidente della Croce rossa della Spezia. Il dato che colpisce riguarda i minorenni: il 70,75% aveva bevuto ed il 18,37% era in stato di ebrezza grave. “Occorre imparare a divertirsi in modo sano e bere responsabilmente. La lotta contro l’alcol ai minori è un fronte che deve iniziare dalle scuole primarie e delle famiglie”, le parole della prefetta Maria Luisa Inversini.
Sul campione totale, il 29% ha dichiarato che si sarebbe messo alla guida. “È una guerra che si combatte quotidianamente sulle nostre strade urbane, secondarie e sulle autostrade. Parliamo di 436 feriti al giorno, 14mila feriti gravi che avranno delle invalidità permanenti e e oltre duemila morti”, dice Roberto Bianchi, coordinatore della comunicazione di SNA.