Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Morti sul lavoro: il sud pontino non è immune

Morti sul lavoro: il sud pontino non è immune

FONDI – Il sud pontino non si sottrae e da un tragico filo rosso è unito alle vicende nazionali di morte sul lavoro. Nella giornata di ieri, un 65enne titolare di una ditta attiva nella manutenzione di impianti di refrigerazione, ha perso la vita mentre – secondo le prime ricostruzioni – si trovava in un’azienda di autotrasporti di via Pantanello, a Fondi.

Insieme all’imprenditore si trovava il figlio, anch’egli  rimasto ferito, seppure non in pericolo di vita.

Padre e figlio sarebbero stati travolti da una deflagrazione originata da un tubo ad alta pressione, che non ha lasciato scampo al 65enne, per il quale era stata attivata anche l’eliambulanza Pegaso.

Sul posto, oltre ai sanitari del 118, gli agenti del Commissariato e i carabinieri della Tenenza locale.