Sei in: Home > Edizioni Locali > Montesacro naviga nei rifiuti. Numerose segnalazioni dei residenti

Montesacro naviga nei rifiuti. Numerose segnalazioni dei residenti

Il presidente del Municipio III Giovanni Caudo si ribella: “Le bollette le portiamo in Campidoglio”

Raccolta rifiuti a rilento trasforma Montesacro in una discarica a cielo aperto, con cumuli di immondizia nei pressi dei secchioni e sacchetti ormai arrivati fin sopra i marciapiedi. Il presidente del Municipio III Giovanni Caudo, deplora: “In questi giorni nel mio ufficio ricevo sempre più persone arrabbiate che vivono come una provocazione la richiesta di pagare la bolletta sui rifiuti che gli arriva nella buca della posta inviata dall’Ama.” Caudo parla poi di “degrado visivo e olfattivo” e chiede alla Sindaca Raggi di adempiere ai propri doveri.

Sono 90 mila le famiglie che risiedono a Montesacro, e ben 50 milioni di euro vengono versati all’Ama da tutti loro “il tutto per avere in cambio le strade sporche, i rifiuti per strada, senza contare, per noi, anche la puzza e i miasmi dell’impianto TMB di via Salaria” lamenta Caudo “Una beffa alla quale ci ribelliamo e siamo pronti”.