Sei in: Home > Edizioni Locali > Milano > Milano- sciopero dei mezzi pubblici fissato in data 25 novembre

Milano- sciopero dei mezzi pubblici fissato in data 25 novembre

Nonostante la pandemia e il lockdown, mercoledì 25 novembre ci sarà uno sciopero dei mezzi che potrebbe comportare disagi alla circolazione di metro, tram e bus Atm a Milano. Lo rivela l’Azienda dei trasporti milanesi in una nota. Alcune organizzazioni sindacali autonome e di base hanno proclamato distinte azioni di sciopero, tutte della durata di 4 ore con uguali modalità.

Sciopero Atm per il 25 novembre: gli orari

“A Milano l’agitazione del personale viaggiante e di esercizio è prevista dalle 18 alle 22”, informa l’Atm. Come sempre l’adesione e quindi gli eventuali disagi non saranno noti fino al giorno stesso dello sciopero. “Nel rispetto delle disposizioni in materia di informazione all’utenza, le percentuali medie complessive di adesione registrate nel corso delle ultime astensioni proclamate dalle medesime sigle, sono disponibili per Atm sul sito internet dell’Azienda”.

Lo sciopero in questione è la fusione di una manifestazione nazionale del settore del trasporto pubblico e di due scioperi di carattere aziendale.

Le ragioni degli scioperi

Sciopero aziendale Confial Trasporti – Trasporti Stas – Usb Lavoro Privato – Cambia-Menti M410 Le segreterie territoriali delle Oo.Ss. Confial Trasporti – Trasporti Stas – Usb Lavoro Privato – Cambia-Menti M410 hanno congiuntamente indetto uno sciopero di 4 ore dei lavoratori del Gruppo Atm S.p.A. per trattare con l’azienda sulla “gestione dei trasferimenti del personale, fruizione delle ferie ed assegnazione dello straordinario, sicurezza del personale, gestione del personale addetto al settore segnalamento metropolitana”.

Sciopero aziendale Al Cobas L’Associazione Lavoratori Cobas ha indetto uno sciopero di 4 ore dei lavoratori del Gruppo Atm S.p.A. per le seguenti plurime motivazioni: “contro la liberalizzazione -privatizzazione del Trasporto pubblico locale; contro le gare d’appalto e per la re-internalizzazione dei servizi di Tpl ceduti in appalto; contro il progetto Milano next; per la re-internalizzazione delle lavorazioni; per la gratuità dei servizi di Tpl; per l’avvio di una commissione d’inchiesta che, in base allo statuto comunale, faccia luce sui fatti già oggetto di indagini della autorità giudiziaria; per il commissariamento delle commissioni che non hanno vigilato sulla regolarità degli appalti”.

Sciopero nazionale Usb lavoro privato La struttura nazionale della O.s. Usb Lavoro Privato ha indetto uno sciopero nazionale del settore del trasporto pubblico locale di 4 ore, a cui aderisce l’articolazione territoriale Usb Regione Lombardia, con plurime motivazioni tra cui: “tutela della salute e sicurezza lavoratori e collettività, ritardi nella corresponsione delle somme dovute per la cassa integrazione, quadro normativo che definisce misure di prevenzione insufficienti”, rivendicando un servizio pubblico che tuteli la salute di lavoratori e cittadini.