Streaming
Sei in: Home > Edizione Nazionale > Migliore (PD) “Dobbiamo affrontare la questione immigrazione secondo le leggi internazionali”

Migliore (PD) “Dobbiamo affrontare la questione immigrazione secondo le leggi internazionali”

Gennaro Migliore, deputato del PD, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta”, condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.

Sulla questione migranti. “Parlare di bomba immigrazione è una totale stupidaggine –ha affermato Migliore-. Parlare di contraddizione sulle politiche di immigrazione è una polemica fasulla. Salvini ci ha isolati in Europa, non ha risolto il problema e ha fatto anche meno rimpatri rispetto al governo Gentiloni, è stato un totale fallimento. Noi dobbiamo affrontare la questione secondo le leggi internazionali. Salvini ci ha fatto creare un problema che poteva essere risolto e che noi risolveremo. La Alan Kurdi che rimane al largo è un non senso, chi è che ha paura di queste poche persone che devono sbarcare? Non vedo nessun problema che possa essere insormontabile. Il blocco delle navi è una cosa inutile, è semplicemente un’afflizione nei confronti di queste persone. I ministri Lamorgese, De Micheli e Guerini dovranno, insieme al premier Conte, risolvere il problema sul piano concreto, senza fare le dirette facebook con quella voce che ormai era diventata un tormento per gli italiani. Noi dobbiamo dire: le persone che vanno salvate sono la priorità e devono essere ristabiliti i percorsi con l’Europa. Stiamo parlando di numeri inesistenti”.

 Sulla giustizia. “Auspico che ci sia una centralità del parlamento, che non ci siano le politiche che hanno contraddistinto fase precedente, come sulla legittima difesa, auspico che ci sia una riforma del sistema penitenziario. Auspico che ci sia da parte del ministro una volontà di ascoltare la volontà di ascoltare le posizioni dell’alleato di governo, in modo che si possano risolvere anche i problemi più spinosi”.