Sei in: Home / Edizioni Locali / Metropolitana: le stazioni non sono a norma

Metropolitana: le stazioni non sono a norma

L’ex amministratore Pasquale Cialdini ha dichiarato che le stazioni della metropolitana non sono a norma anti-incendio.

Pasquale Cialdini, amministratore unico dimissionario di Roma Metropolitane vuota il sacco: “È cambiata la normativa antincendio e le stazioni della Linea A e della Linea B rischiano di essere chiuse d’ufficio dai Vigili del Fuoco perché non corrispondono alla normativa. E le due linee dal punto di vista della manutenzione presentano gravi arretratezze. Hanno bisogno di interventi ma immaginate cosa accadrebbe al traffico se le due linee dovessero essere chiuse?”.

Insomma, le metropolitane di Roma non sono a norma. Come si può risolvere questo problema?

“Non mi hanno aiutato e mi hanno reso la vita molto difficile. Come amministratore ho fallito ed è giusto che vada via ma qualcuno mi ha aiutato nel farmi fallire. Io credevo che la mia attività principale fosse far proseguire le opere della metropolitana cittadina invece in questi due anni è stata controllare le situazioni dei creditori e degli stipendi. La delibera per il riconoscimento dei debiti pregressi, circa 9 milioni, era pronta. Io ne ho una copia, ce l’aveva mandata il dipartimento. Poi non so cosa è successo, si è fermata.”

Dunque adesso come si farà? A tutte le accuse ha risposto Linda Meleo, assessore ai Trasporti di Roma Capitale: “Vorrei rassicurare tutti i cittadini romani. Non c’è alcun tipo di rischio che le metropolitane A e B possano essere chiuse. Siamo già al lavoro con fondi disponibili sia da Roma Capitale sia dal ministero dei Trasporti per adeguarci alle normative antincendio.

Non c’è alcun pericolo. La persona che ha dato questo allarme, l’amministratore unico uscente da Roma Metropolitane Pasquale Cialdini è una persona che da qui a breve sarà sostituito. Evidentemente non è neanche sufficientemente informata sulle attività che Roma Capitale ma anche in collaborazione con il ministero sta portando in atto per adeguarsi alla normativa antincendio”.

Check Also

Processo Raggi: Marra ebbe un ruolo chiave nella nomina del fratello

Marzia Quattrone, responsabile dell’Anticorruzione della squadra mobile di Roma, insiste sull’importanza di Marra nella nomina …