Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Medici Vo’,premio anche a colleghi morti

Medici Vo’,premio anche a colleghi morti

 

“Da una parte c’era la paura per una situazione in divenire, dall’altra la passione per mestiere, e il desiderio di sopperire a una carenza che lasciava un’intera comunità senza la figura sanitaria di riferimento”. Mariateresa Gallea, 33 anni, medico di continuità assistenziale a Conselve, nominata Cavaliere al merito per la lotta al coronavirus dal presidente Mattarella, insieme ai colleghi Paolo Simonato e Luca Sostini, 29 e 34 anni, racconta così le emozioni vissute dai tre giovani dottori il 23 febbraio, quando d’improvviso finirono nella ‘trincea’ di Vo’, ‘focolaio’ del Covid in Veneto. Vennero chiamati dalla Federazione medici di medicina generale, che chiese loro di sostituire i tre medici di Vo’, finiti in quarantena dopo l’istituzione della zona rossa. Accettarono subito. “Io e Simonato – racconta – siamo rimasti a Vo’ due settimane, Sostini un mese. Il riconoscimento premia noi, ma anche tutti i colleghi che purtroppo hanno perso la vita”.