Streaming
Sei in: Home > Edizioni Locali > Matteo Salvini contestato a Massa e a Pietrasanta

Matteo Salvini contestato a Massa e a Pietrasanta

Matteo Salvini è stato aspramente contestato in provincia di Lucca.

Al suo arrivo al festival della Versiliana a Marina di Pietrasanta, Matteo Salvini ha ricevuto diverse critiche. A Massa è comparso il cartellone con scritto: “La strada si conquista con la lotta femminista”, appeso insieme a dei reggiseni, sul palazzo comunale.

Lo striscione è firmato dal collettivo femminista Kall che scrive: “Contro l’imbarazzante Daspo urbano partorito dalla nostra Giunta comunale, libere di vestirci come vogliamo, di mendicare, di ammiccare, di radunarci e di protestare”.

Kall invita inoltre a partecipare alla manifestazione contro le recenti norme adottate dal sindaco contro un “abbigliamento indecente”.

Tra i presenti al corteo anche degli esponenti del Pd, come il consigliere comunale di Massa Stefano Alberti, che spiega: “Siamo in tanti militanti del Pd e io come rappresentante del gruppo consiliare. Era giusto esserci per manifestare contro le politiche del ministro Salvini soprattutto quelle dell’immigrazione, dopo che ha tenuto prigionieri diversi minori su una nave al largo”.

In processione è stata portata anche la Madonna, accompagnata da una frase di Antigone: “Non sono nata per condividere l’odio ma l’amore”. Si tratta di un riferimento: “all’uso di Salvini dell’immagine della Vergine per la propaganda politica”.