Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Marcia indietro Merkel, revocato il lockdown totale a Pasqua

Marcia indietro Merkel, revocato il lockdown totale a Pasqua

 

 

– Il lockdown rafforzato previsto intorno alle vacanze di Pasqua in Germania è stato revocato da Angela Merkel. “E’ un errore che deve essere chiamato come tale e bisogna correggerlo in tempo”, ha ammesso la cancelliera subito dopo una conferenza convocata d’urgenza fra Stato e Regioni “So che questo procura altra insicurezza e chiedo perdono a tutti i cittadini e a tutte le cittadine”, ha aggiunto la Merkel.

La cancelliera ha quindi deciso di correre ai ripari, dopo la reazione di generale indignazione scatenata in Germania dalle decisioni prese alla conferenza notturna Stato-Regioni di due giorni fa, dove era stato stabilito il blocco fra il 1 e il 5 aprile, con la chiusura di tutto (compresi i supermercati) e il prolungamento delle misure di lockdown fino al 18 aprile.
I giornali di oggi hanno aperto con titoli molto critici, contestando l’assenza di piani, di fantasia e di coraggio nella politica sulla pandemia. “Senza piano, senza idee, senza coraggio”, ha strillato la Bild. “12 ore e molta frustrazione”, ha scritto Sueddeutsche Zeitung. “Niente piani, nessuna fantasia, stupido”, ha titolato Welt.
Intanto i conservatori della Merkel continuano a precipitare nei sondaggi. Stando all’ultimo condotto dalla Forsa, l’Unione (Cdu-Csu) avrebbe perso altri 3 punti, scivolando al 26% dei consensi. Sempre più vicini i Verdi di Robert Habeck e Annalena Baerbock con il 22% (+1). Resta ferma al 16 l’SPD di Olaf Scholz. A incidere pesantemente su questi risultati, gli affari sulle mascherine che hanno portato a diverse dimissioni fra i deputati della Cdu e della Csu, ma anche la crescente frustrazione per la gestione del Covid.