Sei in: Home > Articoli > Ambiente > Maltempo Liguria, Toti formalizza richiesta stato di calamità. Allerta meteo prolungata

Maltempo Liguria, Toti formalizza richiesta stato di calamità. Allerta meteo prolungata

image_pdfimage_print

L’allerta meteo nella Regione è stata prolungata fino a domani

Come anticipato ieri in occasione del sopralluogo al porto turistico di Rapallo devastato da una mareggiata, il presidente della Liguria Giovanni Toti ha confermato che questa mattina la Giunta regionale ligure ha formalizzato la richiesta al Governo del riconoscimento dello stato di emergenza a seguito dei danni provocati dal maltempo in tutta la Regione.

«Ne ho già parlato con il sottosegretario Giorgetti con il quale abbiamo concordato i passaggi da fare.Ci auguriamo che il Governo approvi il riconoscimento dello stato di emergenza per la Liguria fin dalla prossima settimana, in modo da poter agire con la struttura commissariale rapidamente».

Alle 12 il governatore ha incontrato in una riunione alla prefettura di Savona tutti i sindaci del comprensorio del Ponente ligure.

Intanto è stata confermata e prolungata l’allerta meteo nella Regione: a Ponente, lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa allerta gialla fino alle 18, poi arancione fino alle 16 di domani. Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno, in Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida allerta arancione fino alle 16 di domani; in Valle Scrivia, Val d’Aveto e Val Trebbia allerta arancione fino alle 6 di domani mattina; lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Val Fontanabuona e Valle Sturla, allerta gialla fino alle 16 di domani.

Questa sera e questa notte è prevista una perturbazione atlantica che interesserà tutta la Liguria, da Ponente a Levante, con piogge diffuse, rovesci e temporali che localmente potrebbero essere di forte intensità. Solo nella mattina di domani i primi segnali di miglioramento. «Visto quanto accaduto nei giorni scorsi – spiega Arpal – grande attenzione va riservata a mare e vento. Per quanto riguarda il mare e’ atteso in crescita fino ad agitato in serata, localmente molto agitato al largo con rischio di mareggiate un po’ su tutte le coste. Già da domattina ci sarà un decremento del moto ondoso fino a poco mosso in serata».

Secondo gli esperti sarà comunque un fenomeno non paragonabile a quello vissuto tra lunedì e martedì.

La regione sta facendo i conti con alcuni danni legati al funzionamento delle reti elettriche. Come, infatti, ricordato dal governatore Toti, sono circa mille le utenze ancora senza elettricità in Liguria. Sembrano invece risolti i disagi legati alla frana che ha colpito la statale Aurelia tra Finale Ligure e Noli. L’arteria è stata riaperta questa mattina. L’unica via principale che risulta interrotta rimane quella tra Santa Margherita e Portofino.