Sei in: Home > Articoli > Cronaca > Maltempo in Germania, almeno 58 vittime e decine di dispersi

Maltempo in Germania, almeno 58 vittime e decine di dispersi

 

Sono saliti a 58 i morti per le alluvioni che hanno colpito la Germania. E’ il nuovo bilancio ufficiale fornito dalle autorità tedesche. Particolarmente colpito è il distretto di Bad Neuenahr Ahrweiler, nella Renania Palatinato, dove sono state registrate 18 vittime.

Mentre la polizia di Colonia parla di 20 morti nella zona a sud della città della Vestfalia, a Euskirchen.

Ci sono anche decine di dispersi. La Germania occidentale è stata colpita da forti piogge e inondazioni che hanno trascinato via diverse case.

“Molte delle persone” disperse si trovavano sui tetti delle case che sono state travolte dal fiume in piena nel comune di Schuld, nella Renania-Palatinato, ha detto un portavoce della polizia di Colonia.

“Gli effetti della catastrofe climatica sono già qui”, ha detto la verde Katrin Goerig-Eckardt, parlando alla emittente NTV, dove è stata invitata a commentare i forti disagi provocati dal maltempo.

“Non abbiamo ancora un’immagine chiara di quante siano le vittime” e “si cercano dispersi con gli elicotteri”. Lo ha detto il ministro-presidente del Nordreno-Vestfalia, Armin Laschet, che incontrando la stampa ad Hagen, uno dei luoghi più colpiti dai danni del maltempo in Germania, ha spiegato che domani una seduta di gabinetto speciale analizzerà i danni. Dalla località di Altena, parlando a Bild, Laschet aveva definito “la situazione drammatica”. Il governatore ha espresso cordoglio per due vigili del fuoco che hanno perso la vita nei soccorsi. E ha elogiato il lavoro dei soccorritori e la gestione dell’emergenza sul territorio.

Centinaia di persone sono state prelevate e messe in salvo dalle loro case in barca, nella zona di Kordel, uno dei centri particolarmente colpiti dall’effetto delle alluvioni che in Germania stanno provocando vittime e danni. Sul posto non ci sarebbero morti feriti e dispersi, stando alla polizia locale, interpellata dalla Bild. Kordel si trova sul fiume Kyll, un affluente della Mosella. Nel bilancio complessivo dell’acqua alta, che sta colpendo i Laender occidentali della Vestfalia e del Palatinato del Reno, finora ci sono 20 morti e 70 dispersi. Anche L’esercito è intervenuto per i soccorsi con 500 soldati in sei circoscrizioni.

Il Papa è “profondamento colpito” dalle notizie del grave nubifragio e delle alluvioni in Germania. Il Pontefice “ricorda nella preghiera le persone che hanno perso la vita ed esprime ai familiari la Sua profonda partecipazione. Prega particolarmente per le persone che risultano ancora disperse, per i feriti e per quanti hanno subito danni o perso i propri beni per la forza della natura. Assicurando a loro, nonché alle forze di pronto intervento e ai soccorritori la Sua vicinanza spirituale, Papa Francesco implora su tutti l’aiuto e la protezione di Dio”. È quanto si legge in un telegramma inviato dal cardinale Segretario di Stato Pietro Parolin al Presidente della GermaniaFranz-Walter Steinmeier.

“Il mio pensiero va alle famiglie delle vittime delle devastanti inondazioni in Belgio, Germania, Lussemburgo e Paesi Bassi e a coloro che hanno perso la loro casa. L’Unione europea è pronta ad aiutare”. Lo scrive su Twitter la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen. I paesi interessati possono ricorrere al meccanismo di protezione civile dell’Ue”, aggiunge von der Leyen.

La cancelliera Angela Merkel si è detta “sconvolta per la catastrofe” che sta provocando sofferenza a tante persone a causa dell’acqua alta in Germania. La cancelliera, oggi a Washington, ha espresso attraverso un tweet del suo potrtavoce Steffen Seibert, il cordoglio per le vittime e i dispersi e la vicinanza ai loto familiari.vv