Sei in: Home > Edizioni Locali > Roma > Lo strano fenomeno del Lago di Bracciano che diventa rosso

Lo strano fenomeno del Lago di Bracciano che diventa rosso

Prima la sorpresa, poi la preoccupazione: il lago di Bracciano è diventato rosso. Risveglio tra stupore e mistero per i cittadini del comune lacustre a nord di Roma che domenica mattina si sono ritrovati davanti un panorama insolito: acqua rossa nella fascia a ridosso del bagnasciuga del Lungolago Argenti.

Il lago di Bracciano è rosso

Un fenomeno temporaneo, giusto il tempo di notarlo e scattare qualche foto prima che la colorazione tornasse solita. Ma l’acqua rossa del lago di Bracciano ha allarmato i residenti: “un fenomeno dovuto all’accumulo dei materiali trasportati dalla tramontana e ai minerali contenuti nelle acque piovane dilavate nel lago” – ipotizza qualcuno sui gruppi social della zona. Atri temono che possa trattarsi di alghe rosse (Plankthotrix rubescens), piante acquatiche che proliferano dove c’è grande disponibilità di composti azotati e possono rilasciare tossine dannose per la salute dell’uomo.

Le rassicurazioni del Parco Bracciano-Martignano: “Escludiamo alghe tossiche”

Inevitabile il tam tam sui social, le ipotesi, l’allarme. Non appena ricevuta la segnalazione i Guardiaparco, insieme alla Polizia Locale di Bracciano, hanno svolto un sopralluogo, riscontrando che il fenomeno non era più visibile.

“L’estensione circoscritta della colorazione rossa, così come la sua scarsa persistenza nel tempo nonché l’assenza di tracce in sospensione nell’acqua o sul bagnasciuga riscontrata durante il sopralluogo, sembrerebbero escludere cause legate a fioriture algali tossiche” – hanno fatto sapere dal Parco Naturale Regionale di Bracciano-Martignano.

“Riteniamo dunque di poter tranquillizzare la cittadinanza a riguardo, informandola al contempo che non intendiamo sottovalutare l’accaduto: proseguiranno approfondimenti da parte dell’Ufficio Naturalistico e dei Guardiaparco anche attraverso un attento monitoraggio della zona e non solo. Ringraziamo i cittadini che hanno segnalato il problema e tutti coloro che vi si sono interessati in queste ore, dimostrando grande sensibilità a tutela di un bene comune dal valore inestimabile come il Lago di Bracciano”.